voland
Edgar Hilsenrath

Orgasmo a Mosca

Voland / pp. 281 / € 16
8

Cherchez l’homme, verrebbe voglia di dire dopo aver letto Orgasmo a Mosca, romanzo manifesto di Edgar Hilsnerath che è uno scrittore ebreo sfuggito ai campi di sterminio e che ha capito sulla propria pelle che probabilmente l’unico modo per raccontare la realtà è far parlare la realtà stessa. Attraverso lenti che la deformano e che la dissacrano.

Tutto quindi ruota attorno a questo strano “soggetto del desiderio” che si chiama Sergej Mandelbaum, ebreo, fannullone e traduttore che sarà pure finito sulla lista nera del KGB però è un asso nel rendere sessualmente felice Anna Maria, che non è una ragazza qualunque ma è un’ereditiera di 30 anni, figlia del boss mafioso italoamericano Nino Pepperoni. Che a sua volta, pur di soddisfare le voglie della figlia bizzosa, decide di far espatriare dalla Russia comunista l’uomo dei suoi sogni. Ma per farlo deve usare un risolutore, che sarà pure il migliore ma ha tendenze da stupratore e quindi prima di inviarlo sul posto sarà castrato. Ecco perché Karl Schnitzel in Russia “arrivò senza palle, ma con un piano”.

Pieno zeppo di dialogo, con pochissimo margine per la descrizione, questo libro – che ebbe ovviamente problemi a essere pubblicato anche all’epoca, dato che l’autore non lesinava critiche al sistema americano e punzecchiava Israele – sembra essere scritto in presa diretta da un autore che è sopravvissuto alla Shoah e che anticipa, in maniera melliflua, autori come Eugene Ionesco, Gore Vidal, Chuck Pahalaniuk ma anche certe pagine divertite di Julio Cortázar.

Se la scrittura avesse una nazionalità, questo libro sarebbe un apolide perfetto. Al netto di una storia che si svolge come fosse una sorta di on the road, che è anche in questo caso un genere declinato in maniera perfettamente irregolare. Un libro, dunque, che ha traiettorie veramente spassose e al tempo stesso robuste. Perché Hilsenrath è un anarchico delle lettere e un irregolare della prosa: galloni che si è guadagnato sul campo della letteratura e della sua vita.

Traduzione di Roberta Gado.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...
abbecedario
Alessandro Fiori

Abbecedario degli animali

7

In ordine sparso: cani, astici, balene, oranghi, delfini. Una lettera, un’illustrazione e un breve testo per ogni...