cognetti12
Paolo Cognetti

Sofia si veste sempre di nero

minimum fax / pp. 203 / € 14
SV

Paolo Cognetti è uno di quei pochi scrittori che possono permettersi di pubblicare soltanto raccolte di racconti, ignorando la regola aurea che vuole la forma breve come palestra della letteratura vera: una tradizione che ha il suo eroe indiscusso in Raymond Carver, non per niente sacrificato ai suoi tempi sull’altare del minimalismo e riscoperto solo in anni recenti. Dalla metà degli anni Novanta minimum fax è stata la principale interprete italiana di questa corrente, ma recentemente le cose sono cambiate spostandosi verso narrazioni più ibride e reticolari: così il successo de Il tempo è un bastardo di Jennifer Egan ha fatto scuola, e la nuova raccolta di Paolo Cognetti non è una raccolta di racconti, o meglio non solo.

I dieci racconti che compongono Sofia si veste sempre di nero dovrebbero infatti raccontare trent’anni della vita di Sofia Muratore (bambina pirata, adolescente aspirante suicida, giovane attrice orfana di padre, cameriera a Brooklyn), ma fortunatamente Cognetti ha abbastanza talento da farne qualcosa di più. Innanzitutto, una serie di ottimi racconti che reggerebbero il confronto di una pubblicazione autonoma e che crescono man mano che il libro procede fino a toccare vette di straordinaria bellezza. Ma è soprattutto la struttura d’insieme il punto forte, un’impalcatura narrativa che l’ex studente di matematica Cognetti riesce a far funzionare allo stesso modo di un grande sistema, un meccanismo di vasi comunicanti dove alcune tematiche tornano ciclicamente legando i personaggi in una matassa indistricabile di connessioni reciproche.

Il risultato è il ritratto crudo di un intero destino familiare, osservato con dolore bruciante e di cui la figura sfuggente di Sofia rappresenta il centro nevralgico.

Si citava Egan: è da quella frammentazione che Cognetti parte per costruire il suo affresco, ma poi la tentazione a chiudere il discorso è troppo grande. Così l’ultimo racconto, che tira le fila della raccolta, è forse la principale forzatura narrativa di un lavoro per altri versi straordinariamente maturo e potente.

Pubblicato sul Mucchio 700

Ultime recensioni Letture / Libri
nove
Aldo Nove

Anteprima Mondiale

6.5

La nave fantasma di Teseo traghetta le apocalissi di Aldo Nove. Niente sia risparmiato nell’allestimento di questo...
ferrè
Léo Ferré

Benoît Misère

7.5

Ha la forza di una poesia di Villon e la potenza di un canto anarchico. È poesia...
cesura
Andrea Dei Castaldi

La cesura

7.5

Catalogo di cesure: anzitutto la grande crisi del 2008, che fa da sfondo al ritorno a casa...
copertina-Mazzoni
Lorenzo Mazzoni

Un tango per Victor

7.5

Un giovane italo-cileno, di nome Denil, vive ad Amsterdam. Lavora in un coffe shop ed è uno...
1invaders
Nona Fernández

Space Invaders

9

La memoria è una pietra che può fare male, che forse a volte qualcuno dovrebbe scagliare lontano...
Cover Libro
Piero Balzoni

Come uccidere le aragoste

7

Non conosce il vero significato degli oggetti e delle persone chi non ha mai perso qualcuno. Quella...
9788874628513-b
Jean Talon

Incontro coi selvaggi

8

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto...
download
Mario Vattani

Doromizu. Acqua Torbida

7

Nell’acqua torbida galleggia e vive di tutto. Uomini e donne senza dignità, rapporti malati, violenze psicologiche e...
esorcista-light
William Peter Blatty

L'esorcista

9

“…E un uomo, le ossa di un uomo. I resti calcificati dell’angoscia cosmica che un giorno l’avevano...
Qualcosa, là fuori
Bruno Arpaia

Qualcosa, là fuori

8

Più che visionario, un romanzo attuale e allo stesso tempo impegnato civilmente. Qualcosa, là fuori di Bruno...
il-grand-slam
Charles Webb

Il grande slam

7.5

Il Grande Slam è un termine tecnico che nel tennis indica il conseguimento della vittoria in quattro tornei ma...
scala
Georges Simenon

La scala di ferro

7.5

Ètienne e Louise vivono insieme da quindici anni. Da quando, cioè, Louise irretì e convinse il giovane...
kurt
Paolo Restuccia

Io sono Kurt

6.5

Inseguimenti, denaro, donne, uomini in fuga e musica. Soprattutto tanta musica nel nuovo romanzo Io sono Kurt...
purity
Jonathan Franzen

Purity

7.5

Ti diranno che può non essere corretto scrivere in una recensione, soprattutto al principio, un’impressione personale, puramente...