MORRISON Prima i bambini_300X__exact
Toni Morrison

Prima i bambini

Frassinelli / pp. 218 / € 19,50
7

di Valeria Calò

Ci sono alcuni personaggi che sanno vivere nella menzogna per tutta la vita. Altri che invece, soffocati dallo sforzo di correggere le imperfezioni della loro seconda esistenza, sperano che qualcuno se ne accorga, o che il rimorso trovi finalmente una sua voce e chieda di essere affrontato; così che quel meccanismo apparentemente perfetto si inceppi è poi esploda. È questo il caso di Prima i bambini, un romanzo corale in cui il bisogno di autenticità espresso da uno dei personaggi coinvolgerà in una sorta di gioco al massacro tutte le persone che le stanno attorno.

Protagonista di questa spirale in cui ciascuno, in preda ad un effetto domino, dovrà fare i conti con la propria menzogna -tanto più resistente perché radicata nell’infanzia – è Bride, donna di una bellezza straordinaria, caratterizzata da una pelle molto scura e lucente, che le ha dato successo anche nel lavoro. Proprio quando ormai adulta crede di essersi riscattata dalla fragilità e dall’insicurezza dell’infanzia segnata da una madre fredda e riluttante davanti a quella pelle d’ebano, troppo più scura della sua, Bride inizierà ad affrontare le conseguenze di quella  menzogna, pronunciata quando era solo una bambina e solo nella speranza di essere presa per mano.

La narrazione procede in un alternarsi simmetrico delle voci di Sofia, la donna che per quella menzogna ha pagato il prezzo più alto; di Sweetness, la madre che le ha negato anche la più semplice delle forme d’amore; del compagno Booker, che ha trasformato la rabbia per aver subito la peggiore delle violenze in una sorta di tana, un triste pretesto per rifuggire da ogni opportunità; della piccola Rain, una bambina trovata sotto la pioggia, abbandonata da una madre che dopo essersi presa la sua purezza l’aveva svenduta per qualche spicciolo. E infine, la voce della stessa Bride, disposta a tutto pur di compiere la sua redenzione.

Proprio come in Amatissima, il libro più significativo della scrittrice americana, premio Nobel per la letteratura, Toni Morrison torna ad affrontare il rapporto genitoriale: mettendone in luce le contraddizioni, restituendo a ciascuno la sua dose di colpe, pacificando uno scenario ultimo in cui tutti si liberano senza che nessuno riesca davvero a salvarsi.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
barnes
Julian Barnes

Prima di me

6.5

“La prima volta che Graham Hendrick sorprese la moglie con un altro, non ne fece una malattia....
piscine
Enrico Gabrielli

Le piscine terminali

7.5

La stessa fantasia superiore palesata nell’arrangiamento e/o nell’esecuzione di “circa 200 dischi in 14 anni di attività”,...
mucchio_hollywood_cover
Peter Decherney

Hollywood

6.5

Sono tanti i libri dedicati a Hollywood e al suo cinema, pochi quelli di cui vale la...
lincoln nel bardo
George Saunders

Lincoln nel bardo

9

Dicevamo – qualche tempo fa devo averlo scritto, dopo averlo letto da qualche altra parte – di...
geye
Peter Geye

Dentro l'inverno

5.5

Peter Geye forse non avrà mai letto i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Eppure...
mucchio_Belmondo_cover
Jean-Paul Belmondo

Mille vite, la mia

7

Tutti pronti a ricordare Godard, De Sica o Melville per elogiare la strabiliante e lunghissima carriera dell’attore...
9788806233884_0_0_0_80
Mohsin Hamid

Exit West

8.5

Ci sono le stelle nel cielo e sotto le stelle ci sono la terra, le città e...
9788804664529_0_0_1537_80
Teresa Ciabatti

La più amata

7.5

Questa è la storia di Teresa Ciabatti, scritta in prima persona, senzavvirgolette e un talento per la...
bambara
Toni Cade Bambara

Gorilla, amore mio

7.5

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

7

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...
krull
Georges Simenon

La casa dei Krull

7

La casa dei Krull è l’estrema periferia del paese, vicino il capolinea del tram e davanti a...
la-stanza-profonda-vanni-santoni
Vanni Santoni

La stanza profonda

7.5

Chiusi in scantinati e garage, per vent’anni hanno inventato mondi via via più sofisticati, mentre il mondo...
1hadelman
Nicola Manuppelli

Merenda da Hadelman

7

Si legge questo: “«Amo i cani. È la vita a essere dura». Più tardi imparai che questo...
Groff_300_COP_0000_cover_Layout-PDF-829x1160
Lauren Groff

Fato e Furia

8

Nei ringraziamenti, Lauren Groff scrive che questo libro è per Clay, per quella volta che lo ha...