1invaders
Nona Fernández

Space Invaders

Edicola Ediciones / pp. 96 / € 10
9

La memoria è una pietra che può fare male, che forse a volte qualcuno dovrebbe scagliare lontano e che invece serve – perché serve eccome – resta testimone di un passato che a volte è terribile. Un passato che può essere talmente straziante da diventare alieno. È in questo senso che va letto il lavoro di Nona Fernández, autrice e attrice cilena che racconta in Space Invaders (Edicola Ediciones, traduzione di Rocco D’Alessandro) le voci di un gruppo di bambini. Si parte dall’11 settembre del 1973, che poi è la data del golpe cileno e si procede per quadri, senza mai raccontare la violenza di fronte, senza mai cedere alla tentazione di descrivere il mostro ma lasciando spazio ai ricordi di purezza dei ragazzi.

Come se la lezione greca sulla tragedia fosse interamente recepita (la letteratura come caverna dove il terribile arriva come apparizione), la Fernández prende un plot e lo smonta per portarlo a livello di sogno e di incubo. Per fare questo usa una lingua e un parafrasare che lasciano interdetti, come certi racconti fatti di notte in un bar tra gente che sembra essere scappata da qualcosa o che – nel caso del racconto lungo che è Space Invaders – sembra non essere riuscita a sfuggire e quindi è rimasta incastrata nelle spire della violenza becera e cattiva.

C’è, a suo modo, un’aria che ricorda la bellezza dell’Isola di Arturo nelle pagine di questa gioventù che procede su binari destinati a essere affrontati attraverso la descrizione di passi marziali, nella logica di guerre che non hanno alcuna logica. La Fernández non lo cita mai ma il grande sottinteso è questo: “I bambini giocano a fare i soldati. Ma perché i soldati giocano a fare i bambini?” per usare le parole di Karl Kraus. È davvero un libro che lascia interdetti e senza fiato, che usa la poesia come necessità estrema per scacciare le barbarie. È un libro che lascia il segno.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...
abbecedario
Alessandro Fiori

Abbecedario degli animali

7

In ordine sparso: cani, astici, balene, oranghi, delfini. Una lettera, un’illustrazione e un breve testo per ogni...
barnes
Julian Barnes

Prima di me

6.5

“La prima volta che Graham Hendrick sorprese la moglie con un altro, non ne fece una malattia....
piscine
Enrico Gabrielli

Le piscine terminali

7.5

La stessa fantasia superiore palesata nell’arrangiamento e/o nell’esecuzione di “circa 200 dischi in 14 anni di attività”,...
mucchio_hollywood_cover
Peter Decherney

Hollywood

6.5

Sono tanti i libri dedicati a Hollywood e al suo cinema, pochi quelli di cui vale la...
lincoln nel bardo
George Saunders

Lincoln nel bardo

9

Dicevamo – qualche tempo fa devo averlo scritto, dopo averlo letto da qualche altra parte – di...
geye
Peter Geye

Dentro l'inverno

5.5

Peter Geye forse non avrà mai letto i Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Eppure...
mucchio_Belmondo_cover
Jean-Paul Belmondo

Mille vite, la mia

7

Tutti pronti a ricordare Godard, De Sica o Melville per elogiare la strabiliante e lunghissima carriera dell’attore...
9788806233884_0_0_0_80
Mohsin Hamid

Exit West

8.5

Ci sono le stelle nel cielo e sotto le stelle ci sono la terra, le città e...
9788804664529_0_0_1537_80
Teresa Ciabatti

La più amata

7.5

Questa è la storia di Teresa Ciabatti, scritta in prima persona, senzavvirgolette e un talento per la...
bambara
Toni Cade Bambara

Gorilla, amore mio

7.5

Sebbene negli Stati Uniti sia considerata una scrittrice fondamentale nella storia della letteratura afroamericana, Gorilla, amore mio,...
animalnott

7

Che il loro habitat sia il deserto, la savana o il bosco, che si muovano sulla terra...
krull
Georges Simenon

La casa dei Krull

7

La casa dei Krull è l’estrema periferia del paese, vicino il capolinea del tram e davanti a...
la-stanza-profonda-vanni-santoni
Vanni Santoni

La stanza profonda

7.5

Chiusi in scantinati e garage, per vent’anni hanno inventato mondi via via più sofisticati, mentre il mondo...