Tony & Susan
Austin Wright

Tony & Susan

Adelphi / pp. 408 / € 19,50
6.5

Lampeggia nelle sale cinematografiche e nei velodromi dello streaming piratesco l’ultimo film di Tom Ford, lo stilista che qualche anno fa ha debuttato – con apprezzamento critico – al cinema. Oggi Ford porta sullo schermo Nocturnal animals, una storia di lettura e lettori, false sicurezze, vendetta, polvere, ferinità. La bestia umana che spacca il suo guscio civile per versare sangue nella polvere. Ma la storia di questi animali notturni viene da lontano, da quando Austin Wright pubblicò un romanzo (nel 1993) che qualche anno fa Adelphi riportò in libreria col titolo Tony & Susan.

Il libro, come il film, racconta di Susan, un’insegnante (nel film, però, il personaggio interpretato da Amy Adams è una gallerista à la page) alla quale l’ex-marito Edward spedisce un romanzo che ha scritto: Animali notturni per l’appunto. La storia raccontata nel manoscritto è quella di Tony Hastings, un uomo moderato, timido, un piccolo-borghese assai civile che precipita in un’inaspettata vicenda di paura e violenza.

Così, nei suoi momenti migliori Tony & Susan è un detour inquietante e spietato: una folle deriva animalesca – non a caso – sui sentieri di lost highways, dove l’antico conflitto tra natura e cultura esplode con la forza di mille weekend di paura. Una perfetta macchina consapevole di suscitare paura e desiderio nella mente dei suoi lettori.

Tuttavia, nei suoi momenti peggiori il romanzo è una sterile drammaturgia metanarrativa, scolastica e punita da riflessioni stantie sulla precarietà della propria esistenza borghese perennemente minata da forze oscure. Ma in fondo si perdona Wright: allora erano i primi anni di Clinton, l’America si credeva florida e liberale. Oggi, però, non c’è più bisogno di lasciar irrompere smanie da giustiziere della notte in un tessuto di “fine della storia”: oggi i cani di paglia travestiti da rispettabili uomini della middle-class hanno nuovi paladini da ammirare.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
1serino
Francesco Serino

Lo spirito della scrittura

6.5

Tra i tanti mestieri che hanno a che fare direttamente con il lavoro editoriale, uno possiede un...
1fulmini
Matteo Trevisani

Il libro dei fulmini

8

Il libro dei Fulmini ha il suono dello sciabordio del tempo, il lento rincasare del presente nel...
mucchio_RicetteSignoraTokue_1
Durian Sukegawa

Le ricette della signora Tokue

7

La bottega di Sentarô vende dorayaki, i dolci tipici giapponesi farciti con confettura di fagioli rossi detta...
Luca_Quarin_Il_battito_oscuro_del_mondo
Luca Quarin

8

“E così la mia vita si ritrovò al punto di partenza, com’è tipico della vita, mi sembra”....
Massimo Padalino_il gioco
Massimo Padalino

Il gioco

7

Ne Il gioco fa da scenario la provincia veneta, ed è da lì che il romanzo parte...
1poore
Michael Poore

Reincarnation Blues

5.5

  Alcuni libri sembrano nascere per essere delle bellissime quarte di copertina. Poi, dopo l’entusiasmo iniziale, l’ultima...
arcana
Ernesto Assante

1977. Gioia e rivoluzione

7

Nell’accerchiamento, coinvolto, sebbene… Libro in libertà, multikulti, esistenziale a/traverso una Rosa al maschile (Alberto Asor), due società,...
1shak
Neil MacGregor

Il mondo inquieto di Shakespeare

7

Il mondo inquieto di Shakespeare di Neil MacGregor si legge come un raffinato percorso immaginativo fondato sulle figure;...
Notte ragazzi cattivi
Massimo Cacciapuoti

La notte dei ragazzi cattivi

6.5

Al suo ottavo romanzo, con La notte dei ragazzi cattivi, Massimo Cacciapuoti, dopo il fortunato esordio nel 1998...