XXI-secolo-Paolo-Zardi
Paolo Zardi

XXI secolo

Neo edizioni / pp. 160 / € 11
5.5

«Anche se non ancora a metà, il ventunesimo era già candidato a diventare il secolo più merdoso della storia» sentenzia, con una rara espressione fuori le righe, il narratore molto onnisciente e molto poco dichiarativo di questo romanzo. Una città fisicamente e culturalmente spossata, distrutta dagli attacchi di persone-per-bene convertite dalla crisi alla delinquenza, è il luogo in cui si svolge la vicenda, la storia di un uomo – marito, padre, ex ceto medio – costretto a scombinare la propria vita dopo che la moglie – madre, casalinga, adultera – viene colpita improvvisamente da un ictus.

Ma più che un passo a due, “XXI secolo” assomiglia alla fase più nera di un qualunque rapporto amoroso: un tiepido inconsistente assolo. Intorno al letto della moglie, ridotta a stato comatoso, il marito si aggira inquieto, tentando di cavare la verità da un corpo che sembra morto, di portare allo scoperto i silenzi di una moglie che era «espansa, diversificata, completata» rispetto a come l’aveva conosciuta fino a quel momento. Nessun altro può contribuire significativamente al viaggio dell’uomo: i figli hanno solo occhi grandi, che fanno presagire grandi traumi, i vecchi presentano deficit psicofisici conseguenti ad anni di privazioni, tutti sono decisamente fumosi e dolenti, più simili a fantasmi che a veri personaggi.

E forse l’autore vede proprio così il futuro, cioè il XXI secolo vicino alla sua metà: uomini dominati da istinti primordiali – «bestie, niente di più» –, recessione economica, spettacolarizzazione del privato che diventa cronaca infame dei telegiornali, coppie che scoppiano per uso indebito del cellulare dell’altro. C’è pure il parente finto intellettuale con Il Fatto Quotidiano sotto braccio, la bici e al collo una sciarpa fatta da una cooperativa di donne tibetane: ultima dimostrazione, spaventosamente reale, che ci convince di ciò di cui sospettavamo fin dall’inizio. Sembrava il futuro, e invece, per la carenza di immaginazione viva con cui viene descritto, assomiglia solo alla peggiore faccia del presente.

Commenti

Ultime recensioni Letture / Libri
nove
Aldo Nove

Anteprima Mondiale

6.5

La nave fantasma di Teseo traghetta le apocalissi di Aldo Nove. Niente sia risparmiato nell’allestimento di questo...
ferrè
Léo Ferré

Benoît Misère

7.5

Ha la forza di una poesia di Villon e la potenza di un canto anarchico. È poesia...
cesura
Andrea Dei Castaldi

La cesura

7.5

Catalogo di cesure: anzitutto la grande crisi del 2008, che fa da sfondo al ritorno a casa...
copertina-Mazzoni
Lorenzo Mazzoni

Un tango per Victor

7.5

Un giovane italo-cileno, di nome Denil, vive ad Amsterdam. Lavora in un coffe shop ed è uno...
1invaders
Nona Fernández

Space Invaders

9

La memoria è una pietra che può fare male, che forse a volte qualcuno dovrebbe scagliare lontano...
Cover Libro
Piero Balzoni

Come uccidere le aragoste

7

Non conosce il vero significato degli oggetti e delle persone chi non ha mai perso qualcuno. Quella...
9788874628513-b
Jean Talon

Incontro coi selvaggi

8

Spassoso, divertente, puntiglioso e – come se non bastasse – colto, dannatamente colto. “Incontri coi selvaggi” scritto...
download
Mario Vattani

Doromizu. Acqua Torbida

7

Nell’acqua torbida galleggia e vive di tutto. Uomini e donne senza dignità, rapporti malati, violenze psicologiche e...
esorcista-light
William Peter Blatty

L'esorcista

9

“…E un uomo, le ossa di un uomo. I resti calcificati dell’angoscia cosmica che un giorno l’avevano...
Qualcosa, là fuori
Bruno Arpaia

Qualcosa, là fuori

8

Più che visionario, un romanzo attuale e allo stesso tempo impegnato civilmente. Qualcosa, là fuori di Bruno...
il-grand-slam
Charles Webb

Il grande slam

7.5

Il Grande Slam è un termine tecnico che nel tennis indica il conseguimento della vittoria in quattro tornei ma...
scala
Georges Simenon

La scala di ferro

7.5

Ètienne e Louise vivono insieme da quindici anni. Da quando, cioè, Louise irretì e convinse il giovane...
kurt
Paolo Restuccia

Io sono Kurt

6.5

Inseguimenti, denaro, donne, uomini in fuga e musica. Soprattutto tanta musica nel nuovo romanzo Io sono Kurt...
purity
Jonathan Franzen

Purity

7.5

Ti diranno che può non essere corretto scrivere in una recensione, soprattutto al principio, un’impressione personale, puramente...