A1asDLfGxfL._SL1500_
FFS

FFS

Domino/Self
8

Ci sono più i Franz Ferdinand o più gli Sparks nel progetto FFS? La teatraleggiante Piss Off, diffusa mesi fa per antipasto, farebbe pensare che a prevalere siano i secondi, ma il responso sarebbe fuorviante. Quindi, siamo più dalle parti di Tonight o di Kimono My House? Cosa hanno in comune il quartetto scozzese e il duo americano? L’ironia, l’approccio intellettuale alla canzone, il mix di groove e melodia? Registrate nell’arco di due settimane a Londra, le dodici tracce – accompagnate da altre quattro nell’edizione deluxe – si pongono nell’insieme come un collage di differenti spunti, ad attivare ciascuno dei sei partecipanti. Ne risulta un album energico, che procede per continue sterzate e possiede il dono dell’immediatezza contagiosa. Oppure una sorta di fumetto sonoro, dalle strisce imprevedibili.

Tutti i brani sono potenziali tormentoni, farciti liricamente di storie, personaggi, nomi e citazioni. Il primo singolo Johnny Delusional è gioco di cantati in alternanza, in un crescendo di euforia che è puro nonsense se abbinato alla frustrazione sentimentale del testo, mentre il groove incalzante e il ritornello mega pop di Call Girl si ficcano prepotentemente in testa. Le tastiere ossessive di Dictator’s Son, inno di ribellione contro patriarcato e patria, elevano il melodramma ai massimi livelli, spezzato da un riff alla St. Vincent (non è forse un caso che a produrre vi sia l’onnipresente John Congleton). La velocità, i “Bomp bom diddy diddy”, le ariose sottotrame sintetiche di Police Encounters trainano l’apparente contrasto fra innamoramento e pericolo. Quest’ultimo torna in Save Me From Myself, dove la paura è scatenata da se stessi in un mix di pathos e grottesco operistico. Si prosegue con i ritmi ballabili ed esotici di So Desu Ne (compare anche la parola “kimono”, ehm), il saloon filo-sinfonico di The Man Without A Tan e il rock sotto forma di musical di The Power Couple (“We must make a great impression”). Si rallenta con la splendida ballata crepuscolare Little Guy From The Suburbs – “There are no heroes in this life”, su enfatici giri acustici – oppure con il cinismo soave di Things I Won’t Get e il meta-humour di una Collaborations Don’t Work jazzy, con un verso intonato da ogni neosocio. È altamente probabile che si tratti del disco più divertente dell’anno.

Commenti

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...