11067574_10203659536749665_1290949665_o
ADS

EP

Autoproduzione
8

Alessandro Di Salvo, tra cantautorato digitale e frequenze indie rock, racconta il diritto di rimanere umani. Non si tratta di quelle storie da nerd dagli occhiali spessi tanto care all’iconografia musicale odierna. Sulla copertina il corpo è senza volto, perché questo è racchiuso nei tre pezzi dell’ep lungo cui l’essere si svela. Le apparenze esistono soltanto in funzione di una narrazione che canta il conflitto fra amore e convenzioni sociali, tra individuo e civiltà. In una consapevolezza incosciente, esente da (pre)giudizio: nell’apparente leggerezza elettropop de L’imbarazzante in cui sembra di vedere “il principe Myskin” ballare She’s Lost Control. O negli anestetici e negli alcolici di Non mi interessa, dove attitudine d’animo alla Micah P. Hinson e suoni appartenenti al post-punk più malincono o apocalittico si uniscono in un arrangiamento elettronico che porta i segni della scena italiana degli anni Novanta. È un esordio che, anche grazie alle sue imperfezioni, lascia camminare la voce con andamento liturgico e teatrale, non lasciando al caso parola alcuna. Quest’ultima è sempre pronta a colpire dritta. A sputare quella verità più facile da comprendere nella notte, laddove c’è musica e c’è gente che è giovane e viva, piuttosto che nell’illusione piena di bugie del quotidiano. Poiché solo al buio c’è sempre una luce che non si spegne mai.

 

 

 

Commenti

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...