ATTENTO A ME STESSO
Urtovox/Audioglobe

Alessandro Fiori fugge ogni catalogazione, come confermato dal titolo del suo debutto solistico, da leggersi sia nel senso di un tentativo di auto-danneggiamento sia nell’atto di resistenza manifestato col prendersi cura della propria persona. Il frontman dei Mariposa, che con l’album omonimo dello scorso anno si erano non a caso focalizzati su brani più accessibili seppur ben poco convenzionali, si è diviso per l’occasione fra pianoforte e violino e ha chiamato a raccolta un manipolo di prestigiosi collaboratori: Alessandro “Asso” Stefana a occuparsi di registrazione, chitarre e basso, Marco Parente che torna a sedersi alla batteria – alla quale si alterna anche Zeno De Rossi – come ai tempi dei primi C.S.I., Danilo Gallo al contrabbasso e il compagno della band madre Enrico Gabrielli a fiati e vibrafono. Mixato da Giacomo Fiorenza, il disco arriva così a sublimare un percorso che finora si era diramato in numerosi progetti paralleli: Amore, Betti Barsantini e Assodifiori, rispettivamente in compagnia dei medesimi Parente e Stefana. Il cantautore toscano trae ispirazione da Enzo Jannacci, Piero Ciampi, Lucio Dalla e Ivan Graziani, ma riesce a calarsi perfettamente nei giorni correnti grazie a un personalissimo tocco di surreale poesia, che si sposa alla perfezione con tracce perlopiù morbide nelle atmosfere e sufficientemente stravaganti nei dettagli. L’amore per la pittura è palesato poi con una strutturazione atipica, articolata in tre pannelli concettuali: si passa dalla filastrocca di prologo Idrocarburi all’irresistibile Catino blu, dalle nostalgie introverse di Lungomare e Fuori piove agli spumeggianti affreschi aretini dispensati in La vasca, dalle esilaranti riflessioni musicali di 2 cowboy per un parcheggio agli amori alcolici di Senza le dita, dalle insofferenze urbane di Labbra fredde ai rimandi mentali a Pasolini in Trenino a cherosene. Undici belle canzoni, artigianali nelle loro melodie color pastello, vestite di tutto punto nelle loro curatissime sonorità. Undici belle canzoni per un personaggio che, all’interno dell’attuale panorama italiano, è ormai impossibile sottovalutare.

tratto dal Mucchio n°670

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...