fiori
Alessandro Fiori

Plancton

Woodworm/Ibexhouse/Audioglobe
8.5

Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico Aaron Swartz, suicida nel 2013, e posto in apertura dell’album elettronico/acquatico di Alessandro Fiori. È il buio degli abissi, quelli interiori che spaventano di più, a legare i dieci episodi di Plancton in uno stagno magnetico, nel quale è catartico lasciarsi affondare. L’ex Mariposa è uno dei nostri più brillanti autori di canzoni, come dimostrato dai precedenti Attento a me stesso e Questo dolce museo (senza contare Cascata, compendio di inediti e cover in vinile). Si può dunque parlare di una terza prova da solista, coraggiosa nell’allontanarsi dal songwriting bizzarro ma perlopiù leggiadro di ieri. Oggi produzione artistica, sample, synth, rumori e suoni d’ambiente sono congegnati insieme a FRNKBRT e Tasto Esc, amalgamandosi perfettamente a chitarre e violini.

Mai avremmo immaginato di ascoltare strumentali come la title track o Sereno, che rimandano inevitabilmente ai Massive Attack di Mezzanine, ai Radiohead di Kid A. Nonostante la foggia sia all’avanguardia, non si perde il gusto per la scrittura, in un discorso di scardinamento del cantautorato affine, anzi speculare, a quello attuato lo scorso anno da IOSONOUNCANE. A volte torna quell’eccentricità poco avvezza a prendersi sul serio, che sia con la divertentissima Mangia! oppure con i riferimenti fiorentini dell’ode – per mezzo di harmonium e pietre – al disegno a mano in luogo dello scatto digitale di Piazzale Michelangelo e dell’invettiva ritmata di Galluzzo. Più spesso si resta meravigliosamente attoniti: Margine (sul filo sottile che separa gioia e dolore), Ho paura (surreale racconto delle sensazioni esperite da un morto dentro alla bara), Ivo e Maria (storia hanekiana di Alzheimer, dalle sonorità dolcemente inquietanti), Madonna con bambino rubato (preghiera alternativa per una migliore umanità) sono piccoli, grandi capolavori di sensibilità creativa. All’interno di un disco importante.

 

 

Commenti

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...