wyatt
Andrew Wyatt

Descender

Dowtown/Cooperative
6.5

Descender, disco con cui il newyorkese Andrew Wyatt (ex The A.M., ora nei Miike Snow) ha deciso di debuttare in veste solista, inizia con una innocente bugia. L’epico e meraviglioso incedere dell’opener Horse Latitudes, ha infatti poco o nulla a che vedere con la successiva e comunque stupenda – Harlem Boyzz. Per dirla tutta, nessun brano di questa prova artistica, seppure nella sua brevità, trova nel genere un significativo elemento di unione, identificando la voce e le ovvie influenze beatlesiane (esiste termine più sconcio e giusto di questo?) quale unici collanti di un intero lavoro. Scelta rischiosa, che promuoviamo pur mantenendo fondamentali titubanze. Se è vero che l’effetto straniante, nettamente percepibile in principio, si stempera e quasi scompare nei ripetuti ascolti, nondimeno le orchestrazioni che a più riprese cercano di emergere risultano un costante e palese saccheggio di idee altrui. Con tutta la buona volontà evidentemente profusa, con tutta la rara grazia che Wyatt possiede nel comporre canzoni, le partiture suonate nientepopodimeno che dalla Filarmonica di Praga sembrano uscite da una qualsiasi raccolta di musica classica, di quelle che trovi un tanto al chilo all’Autogrill. Il risultato è una bella torta, preparata con amore e ottime materie prime ma rovinata sul finire da una glassa eccessivamente dolce.

Ultime recensioni Musica
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...