THE CRYING LIGHT
Rough Trade/Self

Dopo un ep che non ha spostato la questione (ovvero, a quale mondo espressivo realmente appartenga), apparizioni applauditissime, un cammeo nei nuovi fiori di Battiato e con Marianne Faithfull, Antony arriva con i suoi Johnsons a un album di svolta. Non tanto perché The Crying Light appartenga a una cifra estetica diversa dal precedente, I Am A Bird Now (era il 2005 quando usciva, inquietando e incantando molti). Più che altro, l’artista americano spazza il campo dai dubbi sulla sua appartenenza alla musica contemporanea. Le tracce del cd, immerse nel rapporto con la natura, ma ancora di più con un femminile e un maschile che confluiscono continuamente l’uno nell’altro, non sono pop, e neppure rock. Nemmeno soul, nonostante le affinità nell’uso della voce con quell’ambito siano notevoli. Le melodie sfuggenti, le rarefazioni inattese e la ricerca (esasperata, quasi) della bellezza assoluta – o del suo contrario – si riannodano in parte alla musica astratta del primo Novecento e in parte all’Espressionismo della stessa epoca. Dvorák mescolato al melodramma, in sostanza (e mi si passi il paragone), al di là della consapevolezza del suo artefice, che incanala la sua estraneità alle mode imperanti in un espressionismo che segue solo la sua inquietudine. Un intimismo che può esplodere in urla di dolore, che si nutre di chiaroscuri e di qualche luce accesa, che gira intorno all’orchestra, più che agli strumenti elettrificati.
Kiss My Name, Another World (la più drammatica del lotto), Everglade (e il suo tono bucolico): momenti più intensi di un lavoro in cui Antony e compagni svelano, una volta per tutte, un volto in cui animismo, letteratura e istinto convivono perfettamente. Sgombrare il campo da eventuali equivoci, ha significato anche dare un passo autorevole a un musica che prima fluttuava e ora è salda, pur nelle sue infinite variazioni e curiosità. Difficile andare oltre un cd del genere: al di là, potrebbe esserci soltanto stucchevolezza, a meno di non seguire nuovamente l’istinto, per perdersi ancora.

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...