SWANLIGHTS
Rough Trade/Self

“Tutto è nuovo”, intona Antony a inizio del suo album, forse la sua prova più pittorica e umorale, pensata come se fosse un quadro, o meglio ancora una galleria. È pur vero che “Swanlights” non sposta ulteriormente il discorso rispetto a “The Crying Light”: ci sono apparizioni in sintonia, come quella di Björk in “Flétta”, una ulteriore attenzione all’incastro fra ritmi e melodie, ma la sostanza rimane quella della fluttuazione. Altrove l’artista spiega in maniera dettagliata come è arrivato a queste canzoni: se, appunto, “tutto è nuovo”, accade semplicemente perché la visione con cui si abbraccia la realtà è quella, differente, di un personaggio che continua a “cambiare idea”. In primis, idea sull’arte, vista un tempo come suggestione pura e ora come qualcosa di più disciplinato: c’è uno studio più attento e meno impressionisitico delle forme, questo sembra di capire ascoltando in profondità i brani che compongono un lavoro, come al solito, inafferrabile. Si può tentare, chiaramente, di decifrare le tracce autobiografiche di questo viaggio dalla sensibilità sempre fragilissima e sempre tenace, che mette assieme sole e ombra, per arrivare a credere, per esempio in “The Great White Ocean”, che Antony & The Johnsons abbiano scelto una via più solare di vivere la loro vita artistica. In realtà, le canzoni sono legate fra di loro da una variegatezza che cambia, improvvisamente, tanto la trama quanto la massa dei suoni. Giocando su una certa teatralità, come in “Ghost”, o su una eleganza quasi fin de siècle, l’artista scrive un poema da camera, che, ad esempio in “The Spirit Was Gone”, regala qualche lacrima e altrove si immerge in una pacata gratitudine (“Thank You For Your Love”). Troppo vulnerabile per appartenere alla nostra epoca, ma nello stesso tempo ben presente e penetrante, Antony sa, ancora, una volta, colpire al cuore. Capire come lo faccia, sospeso fra soul e tenue avanguardia, forse non è affar nostro: contano i risultati, e sono nuovamente impressionanti.

tratto dal Mucchio n° 675

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...