Atoms For Peace cop
Atoms For Pieces

Amok

XL/SELF
8.5

Una premessa doverosa: l’incontro fra Thom Yorke, Flea, Nigel Godrich, Joey Waronker e Mauro Refosco, di cui avete letto per bene i contorni nello scorso numero, non è un progetto estemporaneo, che si merita una mole eccessiva di attenzioni solo perché ci sono in ballo nomi importanti (il primo della lista in particolare). O meglio, può anche essere un percorso già finito, nello stesso momento in cui Amok viene pubblicato, ma comunque non si può togliere ad Atoms For Peace la qualifica di album intrigante, convincente e quasi avventuroso. Lontano, ma non agli antipodi, da The Eraser, vera commistione di elementi umani e sintetici, il disco va in una direzione più concreta. Nel 2006 Yorke aveva generato canzoni quasi in perfetta solitudine; il quintetto che ruota attorno ai pezzi, oggi, dà a ognuno una sua tridimensionalità importante. La fusione fra chitarra e voce di Reverse Running, il tramestio percussivo che si intreccia con le pulsazioni dell’elettronica, gli incroci di tempi e armonie. Da Before Your Very Eyes ad Amok. la scelta della sommessità dei modi si oppone alla ricchezza delle suggestioni. Suggestioni in cui l’umano si confronta con l’artificiale, in un equilibrio variabile e sottile, a volte vibrante e a volte volutamente irrisolto.

La voce è meno minacciosa di quanto fosse sette anni fa, il brusio è meno ossessivo, i richiami neri più forti, il gioco di relè più intenso: scrivevamo di suono a tre dimensioni, un gioco di specchi in cui il computer non primeggia ma collabora, aprendo zone d’ombra che i richiamano i Settanta tedeschi, i Joy Division, il Beck di Mutations. Non è facile staccarsi dal prevedibile richiamo dei Radiohead, nemmeno come semplici ascoltatori. Però quest’album, al quale cui auguriamo una grande longevità, fa il paio con la splendida colonna sonora di The Master di Paul Thomas Anderson, firmata da Jonny Greenwood: dalla band di Oxford derivano storie quasi sempre convincenti, e quasi mai puramente derivative. Non riusciamo proprio a dispiacercene.

Pubblicato sul Mucchio 704

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...