WW007_busta_33
Bachi Da Pietra

Quintale

LA TEMPESTA/VENUS
8

A ogni giro, una progressione. E questa volta la progressione è più accentuata del solito. Non solo Giovanni Succi impugna per la prima volta un plettro anziché percuotere o pizzicare le corde e Bruno Dorella aggiunge al set percussivo un charleston, ma le canzoni, si legge sul comunicato che accompagna l’uscita, segnano in qualche modo un passaggio dalla poesia alla prosa. I testi sono in effetti più meno elusivi, sempre facilmente intelligibili laddove in passato erano stati a volte biascicati e sussurrati. Un codice più facilmente decifrabile, non c’è dubbio, con coordinate musicali che inaspriscono caratteri blues e rock spingendosi a lambire hard, hardcore e metal.

Quintale, disco pesante e pieno, punta a saturare lo spazio. Se qualcuno sta già pensando “ecco, ci siamo giocati pure loro”, sappia che si tratta di un’impressione assolutamente fuorviante. Tralasciamo pure quel genere di fiducia che si è disposti a concedere a chi, coerente con una lunga storia artistica al di fuori delle convenienze, non ha mai smesso di cercare nuove sfide: questi Bachi da Pietra levigati e compatti sono convincenti come non mai, sempre privi di connotazioni superflue, con i pochi ingredienti aggiunti (il sax lancinante di Arrington De Dionyso in una manciata di pezzi, l’occasionale chitarra di Giulio Ragno Favero che produce il disco) perfettamente a piombo. Mirano costantemente al cuore del problema e non sbagliano: in Sangue, meditazione sulla miseria umana con tanto di growl (“sangue sempre per niente / sangue sempre venite gente”), nelle robuste Paolo il tarlo e Coleotteri, nel blues innodico Brutti versi, nelle più pacate Mari lontani e Dio del suono. E in una Fessura dalla colloquialità prossima all’hip hop, vena che offre interessanti spunti a future evoluzioni del gruppo e che ritroviamo in baratto@bachidapietra.com, presente solo nell’edizione digitale: una dichiarazione di onestà intellettuale nell’era della percepita gratuità della musica che andrebbe imparata a memoria.

Pubblicato sul Mucchio 702

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....