WW007_busta_33
Bachi Da Pietra

Quintale

LA TEMPESTA/VENUS
8

A ogni giro, una progressione. E questa volta la progressione è più accentuata del solito. Non solo Giovanni Succi impugna per la prima volta un plettro anziché percuotere o pizzicare le corde e Bruno Dorella aggiunge al set percussivo un charleston, ma le canzoni, si legge sul comunicato che accompagna l’uscita, segnano in qualche modo un passaggio dalla poesia alla prosa. I testi sono in effetti più meno elusivi, sempre facilmente intelligibili laddove in passato erano stati a volte biascicati e sussurrati. Un codice più facilmente decifrabile, non c’è dubbio, con coordinate musicali che inaspriscono caratteri blues e rock spingendosi a lambire hard, hardcore e metal.

Quintale, disco pesante e pieno, punta a saturare lo spazio. Se qualcuno sta già pensando “ecco, ci siamo giocati pure loro”, sappia che si tratta di un’impressione assolutamente fuorviante. Tralasciamo pure quel genere di fiducia che si è disposti a concedere a chi, coerente con una lunga storia artistica al di fuori delle convenienze, non ha mai smesso di cercare nuove sfide: questi Bachi da Pietra levigati e compatti sono convincenti come non mai, sempre privi di connotazioni superflue, con i pochi ingredienti aggiunti (il sax lancinante di Arrington De Dionyso in una manciata di pezzi, l’occasionale chitarra di Giulio Ragno Favero che produce il disco) perfettamente a piombo. Mirano costantemente al cuore del problema e non sbagliano: in Sangue, meditazione sulla miseria umana con tanto di growl (“sangue sempre per niente / sangue sempre venite gente”), nelle robuste Paolo il tarlo e Coleotteri, nel blues innodico Brutti versi, nelle più pacate Mari lontani e Dio del suono. E in una Fessura dalla colloquialità prossima all’hip hop, vena che offre interessanti spunti a future evoluzioni del gruppo e che ritroviamo in baratto@bachidapietra.com, presente solo nell’edizione digitale: una dichiarazione di onestà intellettuale nell’era della percepita gratuità della musica che andrebbe imparata a memoria.

Pubblicato sul Mucchio 702

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...