Bass-Drum-Of-Death-Shattered-Me
Bass Drum Of Death

Bass Drum Of Death

Innovative Leisure/Goodfellas
8

Nel 1972 Jac Holzman, fondatore dell’Elektra, e un discreto chitarrista di nome Lenny Kaye pubblicarono una seminale compilazione, Nuggets: Original Artyfacts From The First Psychedelic Era, 1965-1968. Vi erano raccolti alcuni dei migliori singoli di band più o meno note: Electric Prunes, Blues Magoos, Magic Mushrooms, Chocolate Watchband, 13th Floor Elevators e Bass Drum Of Death. Tutto vero, tranne l’ultima sigla che, però, se la sorte fosse stata meno matrigna con il suo leader, John Barrett, avrebbe potuto rientrare di diritto in quel novero. Perché nel sangue della formazione del Mississippi scorre il sacro fuoco del garage, il più puro (Such A Bore) che a tratti si macchia di bassa fedeltà e pop-punk mentre altrove si sporca del blues che la Fat Possum – proprio la label sulla quale hanno debuttato i BDOD – ha nuovamente sdoganato alla fine dello scorso millennio (Fine Lines). Provate a immaginare il suono dei Black Rebel Motorcycle Club leggermente più sporco e virato verso atmosfere Sixties e sarete vicini a Bass Drum Of Death, opera che rischia di nascere e morire nell’arco di una stagione. Chitarre grattugiate, mai meno che armoniche, e poi, verso la metà dell’album – siamo dalle parti di No Demons e Bad Reputation, da ascoltare al crepuscolo, quando la luce si trasforma in tenebre – un dubbio: che quella di Barrett sia una posa, e di autentico negli undici brani vi sia poco o niente? Ma è un attimo: a far svanire i dubbi è sufficiente riflettere sul fatto che Bass Drum Of Death non incide per una major e che, anzi, la Innovative Leisure è una tra le indie con minor budget in circolazione. Dalle immagini in Rete, poi, i capelli del frontman sono zozzi for real, esattamente come si confà a un rocker genuino che ama insudiciarsi pure con basso e percussioni. Che esaltano la caciarona irruenza di Crawling After Yo (che sconquassa con la forza di una tempesta) e di White Fright, brano che in tre minuti possiede l’essenza del rock’n’roll e riconcilia con certa scena alternativa.

Pubblicato sul Mucchio 707

Ultime recensioni Musica
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...
sleaford_mods_english_tapas_grande
Sleaford Mods

English Tapas

7

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156
Grandaddy

Last Place

8

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One
Noveller

A Pink Sunset For No One

8

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...