Amen
Atlantic/Warner

Un nuovo disco dei Baustelle? una boccata d’aria, in un ambiente che sta diventando sempre più putrido, non solo per colpa degli artisti che ne fanno parte: se oggi qualcuno parla di pop italiano, il pensiero corre verso Gigi D’Alessio e amiche, le copie spente di cantautori ben più coraggiosi, oppure la selezione claudicante dell’ultimo Sanremo. Invece, Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini con Amen spazzano via qualsiasi cliché del genere: un disco (il quarto dalla loro nascita) che riprende e amplifica le ottime sensazioni dello scorso La malavita, del 2005. Sono quindici brani (due strumentali più bonus track) che trovano il gruppo in uno stato di forma ineccepibile: da un lato ci sono i testi di Francesco, del tutto fuori dalla maladolescenza del passato, calati nel decadente di oggi, descritto a sorpresa da un telefilm (Colombo) oppure intenti a ribaltare la convinzione diffusa che tutto ciò che muove l’uomo, oggi, sia l’economia di mercato (Il liberismo ha i giorni contati). Non aspettatevi però nulla di greve: le rime dei testi volano, gli intrecci fra gli strumenti fanno della malinconia un po’ vintage, stesa fra anni Sessanta e Settanta, fra colonne sonore italiche e swing d’Oltreoceano, un marchio di fabbrica dinamico del gruppo. A questo si aggiungono voci sempre sul filo della depressione lirica, di uno splendore plumbeo.
Orchestrazioni sapienti, che accolgono un mito della musica italiana, quell’Alessandro Alessandroni che ha fischiato capolavori del western di casa nostra, e poi una vastissima schiera di ospiti e di musicisti. Tutto condotto dalla mano di Carlo Umberto Rossi, verso un felice spessore che rende Amen un disco che potrebbe – e potrà, vedrete – coniugare famigerati riconoscimenti critici e buoni risultati di classifica, che gli spetterebbero di diritto. Immaginiamo che ai Nostri interessi soprattutto scrivere canzoni in libertà e senza rinunce etiche, in un territorio che non dovrebbe essere tanto ostile alle cose migliori che produce. Chi scrive si augura che tutto ciò accada, con laico fervore. Così sia.

(Recensione tratta dal Mucchio n.643 – febbraio 2008)

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...