MODERN GUILT
Xl/Self

L’alchimia di Beck è un ricordo? A sentire fino in fondo “Modern Guilt” non sembrerebbe. Nelle dieci nuove canzoni, che disegnano uno dei più rapidi – poco più di trenta minuti – e psichedelici fra i dischi pubblicati oggi, la genialità di chi le ha pensate balza nuovamente fuori. Prende forma fra il pop anni Sessanta, una congerie di ritmi che spaziano dal rock steady al dub, e la passione per melodie in minore, certo non memorabili come quelle di “Loser” (indimenticabile one shot, direbbero i registi e i dj di grido), ma di sicuro intense e coinvolgenti. Non credete allora a chi, affrettatamente e con la buona scusa di una sfilza di album non particolarmente ispirati (più che altro frettolosi, a esser sinceri, come in effetti “Guero” e “The Information” paiono essere oggi, con l’ineluttabile senno di poi), liquiderà il dischetto come una delle scontate prove semidepresse e retroattive del cantatore più estroso dei Novanta. Qui c’è molto più nervosismo creativo del solito, unito a uno scenario scarno, in cui si può sbizzarrire l’indole rock del musicista americano e il minimalismo elettronico di Danger Mouse (all’anagrafe, Brian Joseph Burton), suo alter ego, affiancato da amici scelti con cura e senso estetico (Cat Power, Jason Falkner, Greg Kurstin…)
Classiche, nella forma (l’avvio di Orphans, la struggente “Chemtrails”, molto alla Zombies, l’eponima “Modern Guilt”), e un po’ alienate, nella sostanza (“Replica”, “Soul Of A Man”, l’ossessione vecchio stampo di “Profanity Prayers”), le componenti del cd hanno il pregio di svicolare i paragoni con un passato tramontato per sempre. Le stesse cose, insomma, non ritornano, almeno nel nostro vecchio mondo, e le emozioni di un altro decennio sono lontane. Rimane però un senso dell’avventura che ha ritrovato la sua essenza. Meno tropicalismi, meno saliscendi folk, meno depressioni cosmiche; più ironia e sarcasmo, più movimento. Un modo per accettare il periodo in cui viviamo, evitando rimpianti e continuando però nella propria strada. Bentornato, Mr. Hansen.

 

Ultime recensioni Musica
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...