200 Million Thousand
Vice/Self

A quanto pare, il recente tour indiano dei Black Lips si è concluso nel migliore dei modi, con la band inseguita dalla polizia (peraltro, si dice, chiamata dal loro stesso promoter) e costretta a lasciare in anticipo il paese. Il motivo? Uno di loro avrebbe fatto stage diving completamente nudo. Una cosa da niente, specie se si considera che tra gli ingredienti di un loro concerto possono esserci, se la serata è di quelle buone, anche minzioni e vomito. D’altra parte stiamo parlando di una delle garage-band più sudice, sgangherate e dissacranti – e, anche per questo, incredibilmente divertenti – che ci siano in giro, capace di guardare al passato (e in special modo agli anni 60) con un ghigno beffardo prima di saccheggiarlo senza pietà. E, sotto questo punto di vista, “200 Million Thousand” non si fa mancare davvero nulla: schegge proto-punk che sembrano cavate a forza dal primo Nuggets, jingle-jangle eccezionalmente alcolici, monologhi sconclusionati da happening sotto acido, ipotesi di Velvet Underground orientali (“Old Man”) e improbabili versioni lo-fi della finta innocenza spectoriana. Roba non esattamente di classe o per palati fini, ma che – ci ripetiamo volentieri – ci piace, e anche parecchio. Una sola avvertenza: spegnere il cervello prima dell’ascolto.

Ultime recensioni Musica
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...