Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto di Ariana Grande, i Broken Social Scene si trovassero di scena a Manchester. A dedica per il giovanissimo pubblico che il giorno prima era stato colpito dalla tragedia, infilano in scaletta una versione di Anthems For A Seventeen Years Old Girl e chiamano a suonarla sul palco la gloria locale Johnny Marr. Nell’onda emotiva che ha seguito quella brutta storia, e che ha coinvolto soprattutto i diversi lignaggi del pop britannico, il gruppo canadese ci è entrato così, si direbbe quasi per caso. O magari no. Magari invece il ruolo che l’universo ha assegnato ai Broken Social Scene è giusto quello di farsi vivi nel momento del bisogno.

Dice Kevin Drew a proposito dei motivi della rimpatriata: “Con le ansie che crescono nel mondo tendiamo a tornare a ciò che conosciamo meglio, ai nostri amici”. E in effetti il cast stavolta è particolarmente affollato: attorno al nucleo storico si radunano componenti dei Clinic e degli Stars, per non dire del gradito ritorno di Leslie Feist. Per a un progetto che ha fatto del collettivismo la sua ragion d’essere, il dato non sorprende di per sé: casomai stupisce constatare la coerenza di un lavoro a così tante mani, una caratteristica che in realtà è sempre difettata anche ai lavori migliori dei Nostri – addirittura nel classico ma eclettico You Forgot It In People.

Hug Of Thunder aggiorna il sound a un pop meno elettrico e più elettronico, ricco eppure asciutto. Perché la title track è un piccolo miracolo di equilibrio, felicemente vicina all’ultimo album della Feist solista; e perché non sono solo “ritornelli” quelli di Halfway Home e Protest Song, ma veri e propri chorus, composti da una moltitudine di persone e che da moltitudini chiede di essere cantata. Dodici, gioiosi anatemi per ragazze (e ragazzi) dai diciassette anni in su, un vero e proprio balsamo contro il logorio delle tragedie quotidiane. Anche per noi all’ascolto è prezioso poter tornare da “amici” come questi.

Pubblicato sul Mucchio n. 756/757

Commenti

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...