106683
Calibro 35

Traditori di tutti

Records Kicks/Audioglobe
7.5

A volte essere fedeli a se stessi può condurre all’immobilismo. Il tradimento, in tale ottica, è una modalità per spezzare le consuetudini e mettersi alla prova. Quarto album dei Calibro 35 dopo la recente, vera e propria colonna sonora Said, Traditori di tutti introduce vari cambiamenti, a partire dal fatto che per la prima volta il materiale è completamente autografo. In realtà il coronamento di un ben preciso percorso, visto che l’esordio del 2008 conteneva solo reinterpretazioni di grandi classici mentre i successivi lavori schieravano rispettivamente otto e dieci brani originali.

L’arte della citazione è sempre di casa, tanto che il titolo del disco omaggia l’omonimo giallo di Giorgio Scerbanenco, ma la personalità è quella dei fuoriclasse, come attestano concerti trainati da un’impressionante perizia tecnica. Proprio in virtù degli ultimi spettacoli a tema, avremmo auspicato un’immersione nell’universo del cinema del brivido che sparigliasse ancor di più le carte, ma probabilmente ci sarà tempo. Per ora la band di Milano prosegue ad affinare il suo linguaggio poliziesco con energia muscolare, diversivi prog, funk, jazz e collegamenti agli anni 70. Prologue avvolge subito nel mistero, Giulia mon amour salta a ritmo beat, Stainless Steel è piombo rock, Mescaline 6 offusca con allucinazioni psych, Two Pills In The Pocket è caramella melodica. Altre piccole, azzeccate novità: Serena Altavilla ai cori in un paio di tracce – Butcher’s Bride vira a luci rosse, Miss Livia Ussaro rievoca inquietudini argentiane – oppure il ricorso a nuovi strumenti (organo Philicorda, dulcitone e mellotron), oltre agli abituali fiati. Una ricetta che miete vittime persino oltreconfine: Enrico Gabrielli, Massimo Martellotta, Luca Cavina e Fabio Rondanini, sotto il controllo in regia di Tommaso Colliva, si esibiscono in tutto il mondo e saranno pubblicati sia nel resto d’Europa sia in Giappone. La concitazione di Vendetta e il passo supergroovy di You, Filthy Bastards! suonano la carica.

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...