IRM
Because/Warner

Charlotte Gainsbourg è sinonimo di Classe, con l’iniziale maiuscola: che posi per un servizio fotografico d’autore, reciti per i film di Iñárritu, Crialese, Gondry, Haynes e von Trier oppure si cimenti con la musica. Perché la Classe non si improvvisa, bensì risiede in un patrimonio genetico in tal caso ingombrante. La figlia del leggendario Serge, però, non ha mai sfruttato il proprio cognome per partire all’assalto del mondo dello spettacolo, preferendo viceversa mantenere un basso profilo e puntare su progetti artistici di valore. Senza contare il discutibile Charlotte For Ever del 1986 (pubblicato ad appena quindici anni e scrittole dal padre), il vero e proprio esordio nel campo della canzone era avvenuto con l’ottimo, ingiustamente sottovalutato 5:55 del 2006, prodotto da Nigel Godrich e realizzato con l’aiuto di Air, Jarvis Cocker e Neil Hannon dei Divine Comedy. L’attenzione per la scelta dei collaboratori non viene meno neanche stavolta: come spalla principale è stato chiamato Beck, con cui la cantante francese duetta nella surreale Heaven Can Wait. IRM è un disco godibilissimo, dove le infrastrutture elettroniche accolgono archi struggenti e fanno talvolta spazio agli strumenti acustici. La voce risulta affascinante nella sua delicatezza, mentre la varietà di registri sonori non manca: Master’s Hands e Voyage sposano al meglio modernità e classicismo, la title track persegue ritmiche martellanti, La Chat du Café des Artistes e La Collectionneuse sono chansons che piacerebbero a Benjamin Biolay, Me And Jane Doe è filastrocca stralunata e Vanities ballata di somma raffinatezza. Da una parte Time Of The Assasins lambisce il pop e Trick Pony se la fa con il r’n’r, dall’altra Greenwich Mean Time parte per tangenti futuristiche e Dandelion sembra uscire dal repertorio dell’ultima Cat Power. Peccato se qualcuno la confonderà con sciacquette come Carla Bruni o Kate Moss, senza riconoscerle i giusti meriti. Perché Charlotte Gainsbourg è sinonimo di Classe, qualità senza la quale sarebbe molto più triste vivere in questi tempi di nauseabonda volgarità.

tratto dal Mucchio n°666

Ultime recensioni Musica
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...