tumblr_inline_mntzirBAtV1qz4rgp
Chelsea Wolfe

Pain Is Beauty

Sargent House
9

Qualsiasi veste indossi, Chelsea Wolfe colpisce per il potere sciamanico, la carica espressiva fuori dal tempo. Che si faccia strada tra le nebbie del folk o emerga dalla pece del rock più malsano e disturbante, l’artista californiana fa brillare l’oscurità con una grazia rara. La nuova sfida stilistica è fornita dall’inserimento dell’elettronica, marziale nell’acuire l’imponenza di alcuni episodi oppure avvolgente, ad aprire la porta a un’accessibilità filo-pop. Pain Is Beauty è in sostanza un campionario di fiabesche canzoni dark, che risultano non a caso tanto lancinanti, a conficcarsi nella carne di chi le frequenta senza resistenze, quanto portatrici di un fascino atavico, che rapisce perdutamente chi ne ode il suono. In questa scalata alla volta della totale libertà artistica, si toccano vette da annoverare fra le più emozionanti dell’anno ancora in corso: i rintocchi di Feral Love sono quelli di un cuore che batte al ritmo di una drone music sacrale, l’onirica House Of Metal accoglie in un vestibolo di tastiere e archi che farebbe la felicità di ogni orfano della 4AD, Sick trascina il peso di catene amorose destinate a spezzarsi e Ancestors, The Ancients risposta il baricentro su chitarra-più-batteria sviscerando il fulcro testuale di un’opera dedicata al valore dei nostri avi, della terra che calpestiamo tutti i giorni. We Hit A Wall è uno schianto contro un muro di lirismo, The Warden culla negli inquietanti meandri della psiche umana, Destruction Makes The World Burn Brighter ribalta gli stereotipi apocalittici con un’orecchiabilità destabilizzante (il ritornello “Who’s that girl / Use that gun” avrebbe messo d’accordo Madonna e Kurt Cobain), Reins infonde sangue alla tradizione e The Waves Have Come è romanticismo spinoso che risacca per oltre otto minuti. Più coerente di Zola Jesus, più duttile di Marissa Nadler, più originale di Jex Thoth, più talentuosa di Anna Calvi. Sarebbe da autolesionisti rinunciare alle meravigliose ferite inferte da Chelsea Wolfe.

Pubblicato sul Mucchio 710

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...