WE ARE THE NIGHT
Virgin/Emi

Probabilmente c’era da aspettare un altro po’. Sono passati infatti due anni da Push The Button (che peraltro già ci aveva fatto venire qualche dubbio, in sede di recensione: poi, il successo commerciale del singolo omonimo spazzò tutto via), ma siamo certi che Ed e Tom avrebbero dovuto lasciar decantare un po’ di più le loro idee, rafforzarle, aggiungerne altre. Non che We Are The Night sia un passo falso o un brutto disco. Anzi. Ma sentendo le tracce migliori del lotto, ovvero Burst Generator in primis, poi la title track e A Modern Midnight Conversation, ci si rende conto di quale sia il potenziale artistico a loro disposizione: enorme, un miscuglio unico di potenza epica ed eleganza (due elementi che spesso e volentieri cozzano pesantemente tra di loro). Non ci ha convinto infatti l’accoppiata Saturate e Do It Again, dove sembra più di sentire i Basement Jaxx che i Fratelli Chimici (non sono male, i Jaxx, ma hanno meno classe), ancora meno lo hanno fatto le canzoni coi featuring: i Klaxons, che non si capisce perché hanno tutte queste legittimazioni, non danno valore aggiunto ad una All Rights Reserved che cita i Depeche Mode, banalizzandoli però in un uptempo senza consistenza, né la Battle Scars con Willy Mason impressiona particolarmente (piuttosto tradizionale, nei suoi canoni da canzone). The Salmon Dance con Fatlip (chi si rivede! Avete presente il dvd che raccoglie il lavoro di Spike Jonze? Date un’occhiata…) è un trascurabile, trascurabilissimo tentativo di fare una cosa alla Gorillaz. The Pills Won’t You Help You Now coi Midlake non è male, ma si è sentito di meglio. Non vogliamo questionare, lo ripetiamo, sull’abilità dei Fratelli; è che siamo sicuri che il loro potenziale gli permetterebbe (e in passato gli ha permesso, in abbondanza) di fare dischi migliori. Peraltro, rimangono i più bravi quando si tratta di mescolare indie rock ed elettronica, spostando l’accento sulla seconda (e non sulla prima, come tutti fanno per semplificarsi la vita). Altro che new rave.

(Recensione tratta dal Mucchio n.636-637 – luglio/agosto 2007)

Ultime recensioni Musica
arthur-buck-cover-2018
Arthur Buck

Arthur Buck

6.5

Pop rock regolare. Regolare quando invece ti aspetti la genialata. Diciamo subito, per quelli magari che si...
edwards & hacke
David Eugene Edwards & Alexander Hacke

Risha

7

Tutto si potrà dire di questo disco tranne che non sia il parto di due musicisti carismatici:...
Mark-Lanegan-and-Duke-Garwood-With-Animals
Mark Lanegan & Duke Garwood

With Animals

7.5

“Suppongo sia sempre mezzanotte da qualche parte” ipotizza Duke Garwood, a commento dell’ultimo disco scritto e suonato...
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...