L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare quasi virale, c’è sempre da stare attenti ma, evidentemente, questo assioma presenta qualche anomalia. I Cigarettes After Sex sono ad esempio una splendida eccezione: un singolo e un ep hanno catapultato Greg Gonzales in uno status di piccolo grande fenomeno capace di catalizzare l’attenzione generale per il suo album d’esordio. Le premesse erano quindi delle migliori e, va detto subito, vengono ampiamente confermate da una pellicola in bianco e nero su cui vengono impresse storie d’amore e questioni esistenziali attraverso le reazioni chimiche che scaturiscono dalla fusione di dream pop, ambient e slowcore abilmente dosati.

Il debutto omonimo dei Cigarettes After Sex è un film neo-realista rivisitato in chiave intimista: K. ed Each Time You Fall In Love sono ballate strappacuore che sviscerano sensazioni forti, apparentemente soffici ma tremendamente reali. John Wayne riduce le sicurezze di una star di Hollywood a dubbi amletici, Sweet è uno spiraglio di colore sgualcito in un mare notturno di pensieri cupi che spaventano ma sono allo stesso tempo inevitabilmente affascinanti. Accanto al sentimento, c’è l’inquietudine: la dolcezza di Sunsetz sembra nascondere i sinistri segreti della Twin Peaks di Badalamenti, così come le pause di Opera House potrebbero riempire il chiasso assordante di una pena d’amore impossibile da dimenticare.

Cigarettes After Sex è in conclusione un disco dove Mazzy Star e Red House Painters si sfidano a narrare gli episodi più toccanti delle loro vicende sentimentali, racconti che diventano vita vissuta grazie alle melodie a all’interpretazione defilata e rassegnata di Gonzales. Le sue canzoni sembrano nascondere uno strano sortilegio: sono semplici, prevedibili eppure rubano l’anima come un maledetto dipinto vittoriano o la scena di quel film che non riesci a guardare senza nascondere gli occhi sotto un velo di emozione.

Pubblicato sul Mucchio n. 755

Commenti

Ultime recensioni Musica
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...