clara
Clara Moto

Blue Distance

InFiné
5

“God-bit in him / Dying to fly and be done with it? / The blood berries are themselves, they are very still. / The hooves will not have it, / In blue distance the pistons hiss.” È con questi versi che Sylvia Plath chiuse una della sue poesie più famose (Years) ed è dagli stessi che Clara Prettenhofer (in arte Clara Moto) si è lasciata ispirare per il seguito del fortunato Polyamour (2010), sempre su InFiné. Trovare punti di reale contatto tra la poetessa confessional per eccellenza e la musica contenuta in questo album non è impresa facile. A detta della stessa Moto, il tema affrontato in Blue Distance è lo spazio che separa gli artisti dal pubblico e di come i primi tentino di colmare quel vuoto attraverso la propria arte. Una tale affermazione potrebbe anche trovare numerosi riscontri se non fosse che a dirla è Clara Moto, a cui volgiamo le nostre preghiere affinché ritrovi il senso della realtà. Laddove il debutto dell’artista austriaca si divideva tra minimal, tech-house ed episodi ambient, in Blue Distance le concessioni al dancefloor sono rare e poco originali (Hedonic Treadmill, Placid Kindness), preferendo situazioni downbeat e IDM all’acqua di rose che non si rivolgono a nessuno, che non vanno da nessuna parte… E quel vuoto, anziché essere colmato, rischia un irreparabile allargamento. Peccato, perché su di lei avremmo scommesso molto di più.

Ultime recensioni Musica
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...