the-big-dream-david-lynch-2013-Vinile-lp2
David Lynch

The Big Dream

Sunday Best/Pias
8

Ha abbandonato il cinema perché i tempi sono cambiati e non c’è più spazio per chi, pur ampiamente consegnato alla Storia, porta avanti discorsi altri. Che spazio, dunque, può trovare David Lynch in un panorama discografico contraddistinto da iperproduzione, sovraffollamento ed estrema velocità? Eppure lo trova, in naturale scioltezza.
L’artista americano punta sul connubio fra elementi soltanto all’apparenza opposti, volti a un unico scopo: trasmettere vibrazioni. Vibrazioni che arrivano da un cuore old style, affezionato alle forme primordiali del blues, e sono elaborate da un’immaginazione tuttora assai fervida, proiettata sulle ipotesi del domani. Non è un caso se l’unione fra strutture tradizionali, frutto dell’improvvisazione derivata dal jazz, e l’uso dell’elettronica potrebbe accomunare il regista a emergenti come Dirty Beaches o in misura minore Daughn Gibson. Lynch dà le piste ai coetanei ma procede senza perdere il passo con le nuove leve.
Per questa seconda avventura di studio la scelta della spalla in fase di scrittura, esecuzione e produzione cade ancora una volta su Dean Hurley. Rispetto all’ottimo, cupo e paranoico Crazy Clown Time del 2011, The Big Dream concede però maggior campo al gioco e alla musicalità, sporcata da una voce così effettata da risultare sfuggente e indefinibile: che sia con i riverberi di una title track che è inno ai sentimenti, che sia con una Last Call che lascia aprire la nenia ipnotica del recitato in un ritornello suadente, che sia con il nebbioso groove a spirale di Wishin’ Well oppure l’incedere imperioso di Say It. Allo storytelling ossessivo di Star Dream Girl si associano senza colpo ferire una ballata come Cold Wind Blowin’ e le dilatazioni dolenti di The Line It Curves, alla cover di Bob Dylan con la testa a Nina Simone di The Ballad Of Hollis Brown si abbina il singolo intonato da Likke Li, I’m Waiting Here. Le strade perdute sono quelle della mente, che talvolta portano alla legittima concretizzazione di grandi sogni.

Pubblicato sul Mucchio 708/709

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...