VANTAGE POINT
V2/Universal

Ci avevano messo sei anni i dEUS per dare, con Pocket Revolution, un seguito a The Ideal Crash. Tra quello e questo, invece, di anni ne sono passati solo tre scarsi, segno che evidentemente la compagine belga ha ripreso il ritmo dei tempi migliori. Il tocco, quello no; e non solo da un punto di vista qualitativo (sebbene replicare la doppietta iniziale Worst Case Scenario/In A Bar Under The Sea sarebbe un’impresa improba per chiunque), quanto soprattutto per una questione di approccio: pur non avendo rinunciato a nulla in termini di elettricità, ora Tom Barman e compagni suonano in maniera meno scattosa e genialoide di un tempo. Non si sono placati né ammorbiditi, ma compattati sì. Come ci si aspetta da un gruppo diventato adulto, nel bene e nel male. Intatta, comunque, è la voglia di stupire in primis se stessi, che ora si concretizza in un lavoro fondato più sui dettagli e sugli arrangiamenti che sulla forma delle composizioni, al punto da metterle almeno apparentemente in ombra. Di conseguenza, al primo approccio Vantage Point può sembrare un disco involuto, di quelli più interessanti che realmente buoni. Un’impressione fastidiosa, che richiede un paio di ascolti per dissiparsi. Una volta che ciò è successo, si viene però sufficientemente ripagati dal retrogusto black (alla maniera bianca dei Twilight Singers) di When She Comes Down, dal declamare febbrile di Oh Your God, dal romanticismo di Eternal Woman e Smokers Reflect, così come dalle chitarre urticanti di Favourite Game (anche se, certo, quei coretti…) e dal ritmo incalzante dell’irresistibile The Architect, che chiama a gran voce un remix dei 2 Many DJ’s o della DFA. E se in effetti Is A Robot assomiglia tanto a un riempitivo, la circolare The Vanishing Of Maria Schneider e l’algida Slow sono il parto di una band vivace e poco disposta a farsi omologare dalla imperante globalizzazione culturale; la stessa stigmatizzata in una Popular Culture totalmente condivisibile.

 

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...