dirtmusic
Dirtmusic

Troubles

Glietterbeat/Goodfellas
7.5

Fitzcarraldo è il nome con cui gli indigeni di Iquitos chiamavano Brian Sweeny Fitzgerald, l’avventuriero melomane vissuto a cavallo tra ’800 e ’900 e spintosi fino alle foreste amazzoniche per costruirci un teatro dell’opera, missione che si rivelerà più dura del previsto. È anche il titolo del film che Werner Herzog ha girato per raccontare quei fatti incredibili, inciampando a sua volta in un’altra fatica di Sisifo, per giunta sulle stesse terre maledette. Quando i Dirtmusic cantano “boundary rider off the map, changeling calls, Fitzcarraldo, the impossibile is possible now” potrebbero benissimo stare raccontando la storia di entrambi e, insieme, la propria, con il Nord dell’Africa a rimpiazzare il Sud America.

Nato come un passatempo a sei mani per outsider eccellenti del rock d’autore americano quali Chris Brokaw, Hugo Race e Chris Eckman, il gruppo è poi caduto folgorato sulla via per Timbuctu, galeotti la partecipazione al Festival au Desert e il conseguente incontro con i Tamikrest e i musicisti del deserto. Ora che Brokaw non è più della partita, dal cantautorato contaminato, ma ancora lineare del precedente BKO la formula si è spostata sulle frequenze oscure più vicine al Race solista. Ma avrebbe poco senso restare a distinguere i quarti di sangue di un progetto che nel meticciato cerca la sua ragion d’essere: in Troubles le firme dei due titolari rimasti si affiancano spesso e volentieri a quelle dei musicisti locali, e già ad un primo ascolto si apprezza quanto la componente “afro” dialoghi sempre più alla pari con quella “americana”, anche a costo di barattare le canzoni vere e proprie con spaccati sonori più irrisolti. Come quel viaggiatore più di un secolo fa, i Dirtmusic sono partiti per esportare un pezzo della propria cultura d’origine e hanno finito col rimanere inghiottiti da una terra straniera, tanto affascinante quanto problematica. È davvero Musica del Mondo, questa, nell’accezione migliore che possiate immaginare.

Pubblicato sul Mucchio 707

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....