Bitte Orca
Domino/Self

“Aspettati l’inaspettato” potrebbe essere il motto dei Dirty Projectors. Basti dire che la loro precedente fatica, Rise Above (2007), altro non era che una rilettura di Damaged dai Black Flag, basata solo sui ricordi che ne aveva l’unico titolare della ragione sociale, David Longstreth; e, qualche tempo prima, c’era stato un concept su Don Henley. Viene quindi da chiedersi quale sorpresa nasconda questo Bitte Orca; e la risposta è che, al termine dell’ultimo tour, per la prima volta lo statunitense ha deciso di servirsi in studio dello stesso cast di musicisti che lo ha accompagnato dal vivo, trasformando quello che di fatto era un progetto solista in una band vera. Pertanto, se le sue canzoni rimangono sempre cervellotiche e non particolarmente lineari, ora il loro impatto sonoro riesce a essere più compatto e coinvolgente.
Come già in passato, nelle mani dei Dirty Projectors le istanze tipiche dell’estetica indie vengono decostruite e trasfigurate grazie all’innesto sapiente di elementi armonici e pattern strumentali provenienti dalle tradizioni più varie (a partire dall’afro-pop): le ritmiche sono in continuo mutamento e sovente zoppicano ad arte, le chitarre si esibiscono in riff circolari che ben poco hanno a che spartire col rock propriamente detto, i cori femminili lasciano inizialmente disorientati per come sembrano saltar fuori da tutte le parti, e certe melodie all’apparenza bizzarre si rivelano di una singolare orecchiabilità. Uno sfoggio di creatività che trova il suo apice nella lunga Useful Chamber, tra sintetizzatori fuori controllo, cambi d’umore e strattoni elettrici, ma che convince altrettanto nell’unico momento convenzionale del programma, la delicata ballata acustico-orchestrale Two Doves. Perché Longstreth e soci non sono solo sperimentatori ispirati, ma sanno ottenere buoni risultati anche senza farlo strano; ed è grazie all’equilibrio fra questi due estremi che nasce un disco eccitante e a suo modo originale.

Ultime recensioni Musica
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...