Bitte Orca
Domino/Self

“Aspettati l’inaspettato” potrebbe essere il motto dei Dirty Projectors. Basti dire che la loro precedente fatica, Rise Above (2007), altro non era che una rilettura di Damaged dai Black Flag, basata solo sui ricordi che ne aveva l’unico titolare della ragione sociale, David Longstreth; e, qualche tempo prima, c’era stato un concept su Don Henley. Viene quindi da chiedersi quale sorpresa nasconda questo Bitte Orca; e la risposta è che, al termine dell’ultimo tour, per la prima volta lo statunitense ha deciso di servirsi in studio dello stesso cast di musicisti che lo ha accompagnato dal vivo, trasformando quello che di fatto era un progetto solista in una band vera. Pertanto, se le sue canzoni rimangono sempre cervellotiche e non particolarmente lineari, ora il loro impatto sonoro riesce a essere più compatto e coinvolgente.
Come già in passato, nelle mani dei Dirty Projectors le istanze tipiche dell’estetica indie vengono decostruite e trasfigurate grazie all’innesto sapiente di elementi armonici e pattern strumentali provenienti dalle tradizioni più varie (a partire dall’afro-pop): le ritmiche sono in continuo mutamento e sovente zoppicano ad arte, le chitarre si esibiscono in riff circolari che ben poco hanno a che spartire col rock propriamente detto, i cori femminili lasciano inizialmente disorientati per come sembrano saltar fuori da tutte le parti, e certe melodie all’apparenza bizzarre si rivelano di una singolare orecchiabilità. Uno sfoggio di creatività che trova il suo apice nella lunga Useful Chamber, tra sintetizzatori fuori controllo, cambi d’umore e strattoni elettrici, ma che convince altrettanto nell’unico momento convenzionale del programma, la delicata ballata acustico-orchestrale Two Doves. Perché Longstreth e soci non sono solo sperimentatori ispirati, ma sanno ottenere buoni risultati anche senza farlo strano; ed è grazie all’equilibrio fra questi due estremi che nasce un disco eccitante e a suo modo originale.

Ultime recensioni Musica
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...