END TIMES
Vagrant-Coop/Self

Al di là di una cifra compositiva e di una voce immediatamente riconoscibili, la nuova fatica di Mark Oliver “E” Everett si riallaccia in maniera abbastanza evidente a due dischi in particolare tra quelli da lui realizzati con la ragione sociale degli Eels. Anzitutto Hombre Lobo, e non soltanto perché dalla sua uscita sono passati appena sei mesi: se il primo infatti era una sorta di concept sul tema del desiderio, anche nei suoi risvolti più animaleschi e istintivi, il secondo racconta cosa succede quando questo finisce, e nel cuore rimangono solamente un misto di rabbia, paura, dolore e tristezza. Sentimenti che erano stati già cantati una dozzina d’anni fa nell’album in assoluto più cupo della produzione del Nostro, vale a dire Electro-Shock Blues, con però una differenza fondamentale: là l’artista parlava del suicidio della sorella e della malattia della madre, qui della fine di una relazione. Ecco allora che se nell’opera precedente le sonorità erano spesso ispide e sporche, qui a prevalere sono i toni introspettivi, le ballate (sia folkeggianti che pianistiche), e le atmosfere intime. Canta di sé, il Signor E, e come è suo costume non fa davvero niente per nascondere il proprio stato d’animo, in cui rimpianti e ricordi si impastano con la devastante presa di coscienza delle cause della rottura e della difficoltà a ricominciare. Pur non privo di un paio di impennate elettriche (la ruvida Gone Man, Paradise Blues), è la lentezza a prevalere, con l’oscurità del paesaggio illuminata appena da qualche sparuto raggio di sole (Mansions Of Los Feliz), sufficiente per rendere la situazione, se non più facile, per lo meno più accettabile. Non sappiamo se la scrittura e la realizzazione di End Times abbiano avuto un benefico ruolo catartico su di lui; quel che è certo è che affrontando la propria sofferenza Everett ha dato vita ad alcune delle sue canzoni più toccanti. Il che, visto che stiamo parlando di qualcuno che ha fatto dell’intensità uno dei propri marchi di fabbrica, non ci pare cosa da poco.

tratto dal Mucchio n°666

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...