Madame Ugo Cover - WEB
Fabio Cinti

Madame Ugo

Mescal/Artist First
7

Fabio Cinti è l’ultimo discendente di una stirpe di cantautori che nei 90 ebbero troppa poca fortuna, quel gruppo di artisti che girava intorno alla figura di Marco Castoldi (Morgan) e che, risalendo il fiume, andava ad abbracciare le strutture compositive di Franco Battiato. Legandosi all’autore siciliano, gruppi come La Sintesi e Soerba, oltre ovviamente agli stessi Bluvertigo, hanno definito un’eredità d’autore contrapposta e non rivale a quella che oggi sembra avere maggiore fortuna, quella riferita a figure del cantautorato classico come De Gregori, Battisti, Paoli. Di questi eredi oggi è rimasto poco, fatto salvo per Lele Battista – con due dischi solistici alle spalle, gioielli esageratamente snobbati dai circuiti “indipendenti”. È in questo spazio ormai vuoto che si colloca Cinti, prima con il derivativo eppur freschissimo esordio L’esempio delle mele e il successivo Il minuto secondo e oggi con Madame Ugo.

Undici tracce che alternano ballate e love song a momenti rock, vagheggiamenti synth pop e, in aggiunta, un potenziale singolone di fine estate. Impreziosito da un brano che lo stesso Battiato ha donato a Cinti, Devo, l’album presenta una scrittura senza sostanziali novità eppure curata fino al particolare, con una produzione di ottimo livello. Sono grandi i temi affrontati, questioni intime come la conoscenza di sé, dell’amore, dell’altro. Si canta di omosessualità, di presunte diversità che si annientano naturalmente nella verità della bellezza. Commuove il modo che Cinti ha di prendersi la libertà di raccontarsi, una libertà a cui la canzone fatica tuttora ad abituarci e che qua si muove su linee classiche struggenti. Forse sarebbe bello ascoltare un autore del tutto slegato persino dalle proprie origini, intese come quel circuito dei padri che impone inevitabilmente uno stilema fatto di suoni e vocalità che sarebbero da svecchiare un po’. Da segnalare, poi, un’interessante collaborazione con Paolo Benvegnù in E lei sparò. Una bella promessa.

 

 

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...