FEAR FUN
Bella Union/Universal

Vi è una profonda crisi artistica e personale alla base di quest’album – il primo a nome Father John Misty – di Josh Tillman, batterista dei Fleet Foxes fino a pochi mesi fa e titolare di un buon gruzzolo di dischi in proprio. Crisi culminata nella scelta di lasciare Seattle e di mettersi in viaggio con il bagagliaio pieno di funghi (immaginiamo non porcini…), senza la fida chitarra acustica e senza una meta precisa. Un periodo on the road conclusosi con l’arrivo al Laurel Canyon, alle porte di Los Angeles, dove Tillman si è stabilito e ha ripreso a scrivere, prima un romanzo (esperienza che ironicamente riecheggia in “I’m Writing A Novel”), poi canzoni vere e proprie.
Sono quelle che si possono sentire in “Fear Fun”, registrate con l’aiuto di un vicino di casa eccellente come Jonathan Wilson e mixate dal veterano Phil Ek, e che forse inevitabilmente risentono dell’atmosfera e della tradizione musicale del suddetto Canyon: sono ballate notturne, di taglio nettamente intimistico, collocabili grosso modo a metà strada tra il country-folk più cosmico e il cantautorato di scuola West Coast, con qualche impennata elettrica (“Hollywood Forever Cemetery Song”, di cui esiste anche un video con protagonista Aubrey Plaza, la April di “Parks And Recreation”) a fare da contraltare a qualche timido ammiccamento da radio FM anni 70 (“Well, You Can Do It Without Me”); senza, quindi andare a creare niente di realmente inedito, ma muovendosi nella classicità con passo sicuro e con un tocco non banale, tanto nella scrittura in sé quanto negli arrangiamenti. Ripartendo da zero, Tillman ha così realizzato uno dei lavori più convincenti e meno facilmente incasellabili della sua carriera, oltre che – paradossalmente, se si pensa che è il primo a non uscire a proprio nome – uno dei più personali e diretti, almeno stando a quanto lui stesso dice. Abbastanza per farci salutare in maniera più che positiva l’inizio di una seconda vita che promette di essere ricca di soddisfazioni, per lui come per noi ascoltatori.

Tratto dal Mucchio n°693

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...