METALS
Polydor/Universal

Tra i miracoli di Steve Jobs, uno minore ma significativo è aver trasformato Feist in stella assoluta: aver scelto 1234, da The Reminder, come colonna sonora per il lancio dell’iPod Nano ha portato la nostra canadese a entrare nel club di quelli che possono vantare vendite a sei zeri. Destino davvero bizzarro pensando a come lei arrivi da una compagnia di simpatici squinternati (Mocky e Chilly Gonzales, gente che meriterebbe il successo ma non lo avrà mai, o Peaches, che il successo l’ha avuto ma non lo ripeterà più) o da ruoli nemmeno troppo decisivi in avventure programmaticamente indie come Broken Social Scene.
Eppure, tra lunghe scomparse ed estemporanee collaborazioni con Beck, Feist pare essersi gestita piuttosto bene il post-successo: Metals è infatti un discomoltomaturo,molto ben pensato, che non comunica nessuna ansia di dimostrare quanto si sia bravi e (soprattutto) quanto si sia commerciali o anti-commerciali. Insomma, qualsiasi prurito o voglia di fare meta-considerazioni sull’artistaindipendente- baciato da-travolgente-successo viene stroncata in partenza, perché parla la qualità delle canzoni, è su di lei che ci si concentra
e non sul chiacchiericcio accessorio e quasi gossiparo.
Arrangiamenti acustici e saporiti, costruzioni intelligenti, soluzioni non scontate, capacità di disegnare melodie e armonie decisamente espressive, la sensazione che ogni singola canzone ti si ritagli perfettamente addosso con incredibile naturalezza. Tutto è architettato in modo magnifico in quest’album che potrebbe sul serio diventare un classico, stavolta anche senza l’aiuto di Steve Jobs.
Molto bene deve aver fatto lo sciacquare i panni in California, nel Big Sur, con l’aiuto di un gran professionista come Valgeir Siggurdsson, già produttore di Björk e Kate Nash; così come scelta saggia è stata quella di appoggiarsi per la prima stesura del materiale ai collaudatissimi soci Mocky e Gonzales.

Tratto dal Mucchio n° 687

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...