Distance And Time
Ninja Tune/Family Affair

Già lo avevamo segnalato un anno fa, con “Biscuits For Breakfast”; ma lì Fink poteva essere uno strano caso, quello del dj e produttore (ricordavamo un suo disco in chiave trip hop uscito a fine anni 90 per una sublabel della Ninja Tune) che si trasforma in folkster, e fa pure un disco bello. Bello, ma non bellissimo: partiva ben bene, poi diventava gradevole, poi perdeva qualche colpo, restando comunque un prodotto apprezzabile. Un anno dopo, “Distance And Time” non è apprezzabile, no: è splendido, è un eccezionale passo in avanti. Al di là dell’autore, c’è una persona che occhio e croce ha grandi meriti in questa crescita. Si chiama Andy Barlow e di mestiere, fino a poco tempo fa, faceva l’altra metà dei Lamb, quella che rifiniva ingegnosi tappeti sonori per la voce di Lou Rhodes. Non vogliamo farvi andare fuori strada: quest’album non assomiglia per nulla a uno dei Lamb. Al tempo stesso, la firma di Barlow è riconoscibile in più punti (quello più evidente, il pattern ritmico di “So Many Roads”). Giocando con altre armi, cioè senza adoperare i digitalismi spinti marchio di fabbrica dei Lamb ma utilizzando solo strumenti senza spina o al massimo rifiniture elettroniche così sottili da essere subliminali, Barlow porta Fink ad un livello superiore. Ci sono tante soluzioni ingegnose nell’intreccio di chitarre acustiche, contrabbassi altrettanto acustici, percussioni gentili; ci sono strutture iterative che paiono prese da Reich più ancora che dai dancefloor che però non tradiscono mai, ma veramente mai, l’anima folk di questo disco. La voce educata e misurata di Fink lavorando per sottrazione non sbaglia un colpo, e i testi sono perfettamente coerenti al taglio interpretativo vocale. Almeno due le tracce memorabili (“This Is The Thing”, “Under The Same Stars”), in ogni caso riuscitissime tutte le altre (menzione d’onore per le armonizzazioni, tipicamente finkiane, di “Get Your Share”). Come successe all’epoca con “O” di Damien Rice, un album talmente bello che può far innamorare anche chi, di solito, ascoltando Jack Johnson e soci un po’ si annoia.

(Recensione tratta dal Mucchio n.639 – ottobre 2007)

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...