Distance And Time
Ninja Tune/Family Affair

Già lo avevamo segnalato un anno fa, con “Biscuits For Breakfast”; ma lì Fink poteva essere uno strano caso, quello del dj e produttore (ricordavamo un suo disco in chiave trip hop uscito a fine anni 90 per una sublabel della Ninja Tune) che si trasforma in folkster, e fa pure un disco bello. Bello, ma non bellissimo: partiva ben bene, poi diventava gradevole, poi perdeva qualche colpo, restando comunque un prodotto apprezzabile. Un anno dopo, “Distance And Time” non è apprezzabile, no: è splendido, è un eccezionale passo in avanti. Al di là dell’autore, c’è una persona che occhio e croce ha grandi meriti in questa crescita. Si chiama Andy Barlow e di mestiere, fino a poco tempo fa, faceva l’altra metà dei Lamb, quella che rifiniva ingegnosi tappeti sonori per la voce di Lou Rhodes. Non vogliamo farvi andare fuori strada: quest’album non assomiglia per nulla a uno dei Lamb. Al tempo stesso, la firma di Barlow è riconoscibile in più punti (quello più evidente, il pattern ritmico di “So Many Roads”). Giocando con altre armi, cioè senza adoperare i digitalismi spinti marchio di fabbrica dei Lamb ma utilizzando solo strumenti senza spina o al massimo rifiniture elettroniche così sottili da essere subliminali, Barlow porta Fink ad un livello superiore. Ci sono tante soluzioni ingegnose nell’intreccio di chitarre acustiche, contrabbassi altrettanto acustici, percussioni gentili; ci sono strutture iterative che paiono prese da Reich più ancora che dai dancefloor che però non tradiscono mai, ma veramente mai, l’anima folk di questo disco. La voce educata e misurata di Fink lavorando per sottrazione non sbaglia un colpo, e i testi sono perfettamente coerenti al taglio interpretativo vocale. Almeno due le tracce memorabili (“This Is The Thing”, “Under The Same Stars”), in ogni caso riuscitissime tutte le altre (menzione d’onore per le armonizzazioni, tipicamente finkiane, di “Get Your Share”). Come successe all’epoca con “O” di Damien Rice, un album talmente bello che può far innamorare anche chi, di solito, ascoltando Jack Johnson e soci un po’ si annoia.

(Recensione tratta dal Mucchio n.639 – ottobre 2007)

Ultime recensioni Musica
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...