Distance And Time
Ninja Tune/Family Affair

Già lo avevamo segnalato un anno fa, con “Biscuits For Breakfast”; ma lì Fink poteva essere uno strano caso, quello del dj e produttore (ricordavamo un suo disco in chiave trip hop uscito a fine anni 90 per una sublabel della Ninja Tune) che si trasforma in folkster, e fa pure un disco bello. Bello, ma non bellissimo: partiva ben bene, poi diventava gradevole, poi perdeva qualche colpo, restando comunque un prodotto apprezzabile. Un anno dopo, “Distance And Time” non è apprezzabile, no: è splendido, è un eccezionale passo in avanti. Al di là dell’autore, c’è una persona che occhio e croce ha grandi meriti in questa crescita. Si chiama Andy Barlow e di mestiere, fino a poco tempo fa, faceva l’altra metà dei Lamb, quella che rifiniva ingegnosi tappeti sonori per la voce di Lou Rhodes. Non vogliamo farvi andare fuori strada: quest’album non assomiglia per nulla a uno dei Lamb. Al tempo stesso, la firma di Barlow è riconoscibile in più punti (quello più evidente, il pattern ritmico di “So Many Roads”). Giocando con altre armi, cioè senza adoperare i digitalismi spinti marchio di fabbrica dei Lamb ma utilizzando solo strumenti senza spina o al massimo rifiniture elettroniche così sottili da essere subliminali, Barlow porta Fink ad un livello superiore. Ci sono tante soluzioni ingegnose nell’intreccio di chitarre acustiche, contrabbassi altrettanto acustici, percussioni gentili; ci sono strutture iterative che paiono prese da Reich più ancora che dai dancefloor che però non tradiscono mai, ma veramente mai, l’anima folk di questo disco. La voce educata e misurata di Fink lavorando per sottrazione non sbaglia un colpo, e i testi sono perfettamente coerenti al taglio interpretativo vocale. Almeno due le tracce memorabili (“This Is The Thing”, “Under The Same Stars”), in ogni caso riuscitissime tutte le altre (menzione d’onore per le armonizzazioni, tipicamente finkiane, di “Get Your Share”). Come successe all’epoca con “O” di Damien Rice, un album talmente bello che può far innamorare anche chi, di solito, ascoltando Jack Johnson e soci un po’ si annoia.

(Recensione tratta dal Mucchio n.639 – ottobre 2007)

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....