EVERY NOW AND THEN
Wool/Audioglobe

Ogni tanto la quantità di uscite discografiche (in un mercato che sarebbe pure in profondissima crisi…) scoraggia davvero. È un po’ come per le letteratura: l’impressione è che ci siano più libri che lettori, più dischi che ascoltatori. Tutto troppo, col rischio di farti perdere il piacere della scoperta random, soprattutto se non ti sei arreso alla civiltà da download, quella in cui nel tuo hard disk e nella tua memoria sono catalogati migliaia di album e migliaia di informazioni, ma nel tuo cuore e nella tua attenzione c’è lo zero o giù di lì. A questi problemi, molti hanno trovato risposta lasciando perdere tutto ciò che è nuovo e buttandosi, piuttosto, sulle ristampe. Potrebbe però essere un album come questo Every Now And Then a recuperarli alle novità.
Franklin, al secolo il francese Franck Rabeyrolles, ha infatti disegnato un lavoro non solo bello ma anche molto sottile e intelligente nel giocare coi periodi storici e gli stili. L’influenza principale è quella di un pop intinto nella West Coast senza tempo, cavalcate di arioso songwriting venato di blues e tramonti all’orizzonte. Nulla a che fare col logorio della musica moderna, spesso troppo ossessionata dall’azzeccare il genere del momento (circostanza che permette anche a gruppi vergognosamente inetti, cose alla La Roux, di intercettare il quarto d’ora di celebrità). Tuttavia Every Now And Then non è per fortuna solo passatista, in quanto se lo si ascolta bene si nota che Rabeyrolles usa con competenza e gusto attuale tutte le armi che nel frattempo la tecnologia ci ha messo a disposizione negli studi di registrazione. Il risultato? Qualità. Semplicemente, qualità. C’è l’artigianato dello scriver canzoni; c’è il rifiuto di andare a cercare arrangiamenti e ammiccamenti furbetti; ma c’è anche un suono fresco, fragrante, creativo, per nulla sciatto o calligrafico. Purtroppo la definizione perfetta ce l’ha già rubata il comunicato stampa, ma è troppo azzeccata per non riciclarla qui: “come dei Crosby, Stills e Nash prodotti dai Boards Of Canada”. Aggiungiamo noi: il disco che gli Zero 7 avrebbero voluto fare dopo la loro svolta West Coast.

 

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...