MONSTER HEAD ROOM
Souterrain/Goodfellas

Nel momento in cui piazzo nel lettore il cd dei Ganglians mai avrei immaginato di trovarmi di fronte a una sessione di registrazioni che, con tanta immediatezza, mi avrebbe catapultato in un mondo la cui ideale colonna sonora è costituita da Grizzly Bear e Fleet Foxes (ma pure Beach Boys e Mamas And Papas). Conviene non girarci troppo attorno: la musica contenuta in Monster Head Room – disponibile a furor di popolo con una distribuzione finalmente degna di tale nome e con l’aggiunta di due brani, Blood On The Sand e Make It Up, che da soli sarebbero sufficienti a consigliare l’investimento – è, semplicemente, il miglior esempio di pop d’autore in cui mi sia imbattuto dalla pubblicazione dell’omonimo debutto della band di Robin Pecknold. È una di quelle opere, Monster Head Room, che meriterebbe capillare diffusione, che dovrebbe essere trasmessa sulle radio commerciali di tutto il mondo per consentire di comprendere in che modo, con un album d’esordio e con tanta immaginazione, si possa contribuire a riscrivere anche solo un trafiletto sul grande libro del pop americano. A conferma delle influenze che Brian Wilson ha esercitato sul trio originario della California, ecco in sequenza Lost Word e Candy Girl, brani che, senza enfasi, davvero non avrebbero sfigurato tra le outtake di Smile e Pet Sounds: ovunque c’è armonia, gli arrangiamenti sono sinuosi, avvolgenti e una piacevolissima sensazione di torpore si impossessa di chi ambirebbe a restare lucido di fronte a tanta poesia. Un paio di episodi acustici (To June e Cryin’ Smoke) ed ecco un velo di malinconia esaltato da suadenti controcanti per l’incipit di Valient Brave; che non solo del lotto è la composizione più lunga (quasi sette minuti), ma sta a testimoniare come psichedelia, bassa fedeltà e venature folk – le stesse che sono riprese, al pari con maestria, su Modern African Queen – siano generi tutt’altro che passati di moda. Cinquanta minuti che si fatica a considerare reali; se davvero i Ganglians hanno la consapevolezza dell’eccellenza della loro musica, non siamo distanti dal purissimo genio.

tratto dal Mucchio n°670

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...