Schermata 2015-06-23 a 16.10.58
Giorgio Moroder

Deja Vu

Sony
4.5

È bruttino? È bruttino. Ma soprattutto: è inutile. Clamorosamente inutile. Ora, uno prova anche ad accostarsi a questo Deja Vu privo di pregiudizi. Di più, fa qualsiasi cosa per riuscire in due imprese opposte: fare finta di non sapere che questo è un disco di Moroder + un sacco di featuring di voci à la page o da rilanciare, o al contrario ricordarsi invece che Moroder è una leggenda e merita un sacco di rispetto e comunque è interessante a prescindere vedere il suo take sulla modernità e sui suoni della dance contemporanea. Abbiamo provato in un verso, abbiamo provato nell’altro. Niente, Deja Vu resta un album inutile che Giovanni Giorgio poteva tranquillamente risparmiarsi e risparmiarci.

Lui, sia chiaro, ha il diritto di venire in studio a divertirsi, di farsi prendere bene da questa impetuosa fiammata di popolarità che le generazioni più giovani gli stanno tributando; però ecco, se il suo management gli fosse stato veramente amico gli avrebbe sconsigliato di buttarsi in una rentrée discografica che rischia solo di togliere magia e carisma alla figura moroderiana. Perché la toglie, eccome se la toglie: questa decina di tracce di dance radiofonica un po’ EDM un po’ disco un po’ electro annacquata per famiglie è la roba meno carismatica e di personalità voi possiate sentire oggi. Non è manco fatta male il che, paradossalmente, è peggio: rende il tutto più anonimo, più impersonale. Moroder c’è, ma diluitissimo, sottoposto a un lifting coi suoni contemporanei che manco Berlusconi con la sua faccia… e il sapore di fastidio dolciastro fuori tempo è lo stesso, fate voi. Ci sono anche punti bassi che stringono il cuore (come ha fatto Kelis a ridurre così la sua voce nell’infima Back And Forth?), così come altri che fanno invece intravedere zampate del Moroder- che-vorremmo (alcuni parti di Right Here, Right Now e La Disco). Ma chi se ne importa: finito l’ascolto, si dimentica tutto. Meglio così. Perché, se ci pensi meglio, Moroder un po’ antipatichello ti diventa, visto che si è buttato in ’sta cosa.

Commenti

Ultime recensioni Musica
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...
a1895762218_10
Anohni

Hopelessness

8.5

Un protest album lo si aspettava da tempo da Antony Hegarty. Nonostante la sfilza di album firmati...
8581ba8e7275a0c8a187bc427f9ab28e
BadBadNotGood

IV

8.5

Se al secondo album ufficiale – che poi è il quarto di una produzione splendida e precoce...
tumblr_inline_ob3r9kzV2O1qbab62_540
Russian Circles

Guidance

9

C’è un momento, nella carriera di una band, che rappresenta una sorta di spartiacque, un prima e...
c1645585
Dj Shadow

The Mountain Will Fall

7.5

La cosa divertente, e tristemente paradossale, è che DJ Shadow è riuscito a riavvicinarsi alle vette di...
a4202885575_10
The Dwarfs Of East Agouza

Bes

8.5

Era successo nel 2015 con la collaborazione tra Suuns e Jerusalem In My Heart, accade di nuovo...
005483377_500
Swans

The Glowing Man

8.5

Un’esperienza dal vivo, sia per i musicisti sia per il pubblico: di questo si tratta quando parliamo...
james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione...
moonshapedpool_blog-580
Radiohead

A Moon Shaped Pool

8.5

Prima che intervenisse il Diavolo, era Dio che si trovava nei dettagli, citato in tempi e modi...
iggy-pop-post-pop-depression-300x300
Iggy Pop

Post Pop Depression

8.5

Il valore di una cattiva compagnia sa essere inestimabile. Anche senza confermare quell’etichetta da mezzo genio e...
12661828_913097505464862_2974762137926284259_n
Teho Teardo & Blixa Bargeld

Nerissimo

8

Nerissimo è un disco difficile da raccontare, perché racchiude al suo interno un intricato gomitolo di fili...
a0455473221_16
Suuns

Hold/Still

9

Quattro anni da Images Du Futur e, ancora, il suono dei Suuns cambia. Dalla più pura psichedelia...
cavern-anti-matter-void-beats-invocation
Cavern Of Anti-Matter

Void Beats/Invocation Trex

9

In principio era l’improvvisazione. Dopo anni di tecniche improbabili per rinnovare il suono degli Stereolab, Tim Gane...
motor
Motorpsycho

Here Be Monsters

7.5

Quando si dice che ogni occasione è buona. Il pretesto per l’edizione limitatissima di Child Of The...