SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

LA TEMPESTA DISCHI/ALA BIANCA
7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte con Lampi per macachi), adesso Giovanni Succi compie l’inevitabile – ma lungamente atteso – esordio solistico propriamente detto. Una mossa a lungo ponderata e infine preparata con l’ausilio del fidato Ivan Antonio Rossi, uno dei produttori più rilevanti d’Italia, qui più che mai impegnato a seguire e modellare in forma compiuta le idee e le piroette stilistiche della metà dei Bachi da Pietra. Con ghiaccio è infatti il manifesto della poliedricità e della totale libertà che animano il fare musica di Succi, del tutto slegato da preconcetti e obblighi di ogni sorta. Ogni canzone è una storia a sé stante, sia a livello tematico che sotto il profilo sonoro, la parola “rock” a contenere una miriade di soluzioni che si avvicendano senza soluzione di continuità, dal blues alla wave, dall’elettronica alle sbandate quasi-metal.

Tra lo sfogo sotto foggia di rabbioso flusso di coscienza di Artista di nicchia e l’autoritratto rap che dà il nome all’album, spuntano il bagnino eccentrico Remo, il passaggio del Giro d’Italia che si trasforma in crocevia surreale ne Il Giro, il funk-blues per dileggiare chi si atteggia a divo in Salva il mondo, il dileggio dei radical-chic di Bukowski. Storie che Succi tratta con la sua anti-poetica in cui non c’è spazio per sentimentalismi e concessioni, armato di giochi di parole e immagini che si sovrappongono, ma soprattutto di una visione disincantata e grottesca della realtà circostante spogliata di ogni orpello, anche laddove è una dimensione onirica a filtrare l’incedere dei pensieri (Elegantissimo). Con ghiaccio è allora un pugno nello stomaco assestato con un guanto di velluto, un terreno ruvido ma mai troppo impervio, un lavoro amaro come amaro si autodefinisce Succi, “un intruglio di radici denso, mai dolciastro, scuro e balsamico”. Undici sorsi da mandare giù d’un fiato, assaporando quel retrogusto che prende consistenza un ascolto dopo l’altro.

Pubblicato sul Mucchio n.758

Commenti

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...