WHATEVER’S ON YOUR MIND
PIAS/Self

Nel corso della loro carriera i Gomez si sono trovati ad affrontare due problemi, entrambi non proprio di poco conto. Anzitutto, la notevole – e meritata – esposizione mediatica ottenuta dai loro primi dischi, a partire dal debutto Bring It On, vincitore del Mercury Prize nel 1998. Poi, il fatto che nell’ultimo decennio, forse anche di fronte alle difficoltà oggettive di mantenersi sui livelli del suddetto lavoro e dell’immediato successore Liquid Skin (1999), abbiano realizzato una serie di dischi sempre più che dignitosi, ma mai altrettanto memorabili o vitali. Ed è qui che arrivano le buone notizie, perché Whatever’s On Your Mind, seppure non all’altezza di quell’uno-due, è quanto di più vicino a esso il quintetto britannico abbia prodotto dai tempi di In Our Gun (2002).
In altre parole, col trascorrere degli anni Ben Ottewell e soci si sono progressivamente scrollati di dosso il peso di un passato ingombrante, e le dieci canzoni qui incluse confermano in pieno la felice ripartenza che già A New Tide (2009) prometteva fin dal titolo. Ferma restando la formula di base (una miscela gustosa quanto sfaccettata di folk, rock dai lievi accenti sudisti, blues, elettronica a fedeltà medio-bassa e pop, con l’extra di tre voci soliste ad alternarsi e sovrapporsi), simile a quella dei giorni migliori – la leggera naturalezza con cui gli elementi elettroacustici e sintetici si mescolano e ibridano, creando un insieme non solo organico ma soprattutto credibile e ricco di soluzioni inaspettate, pur mantenendo una netta classicità di fondo. E se uno dei difetti degli album precedenti era quello di farsi ascoltare volentieri senza però lasciare particolari ricordi, stavolta i momenti più riusciti (a partire dai tre indicati qui sotto) sembrano avere tutte le carte in regola per resistere più a lungo nella memoria. Il che magari non farà conquistare ai loro autori orde di nuovi fan, ma renderà felici quanti li seguono fin dagli esordi. Davvero, non è poco.

tratto dal Mucchio n° 684/685

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...