GRINDERMAN 2
Mute/Self

Comincia con l’ululato originario di Mickey Mouse And The Goodbye Man, il nuovo Grinderman, il volto più selvaggio e indomito di Nick Cave. Stanco della vita d’ufficio (così diceva nel 2007 all’uscita di Grinderman), l’artista australiano aveva ripreso le so norità più garage punk, coniugando Birth day Party e incendi adolescenziali. Addirittura, in alcune interviste aveva di nuo vo maltrattato i colleghi, “troppo intorpiditi per capire che il r’n’r è una questione di sesso, di richiamo della foresta, e che per averlo dalla propria parte bisogna ridiventare animali e predatori (sic)”.
Così, Grinderman 2 non smette di girovagare sul versante meno rassicurante del genere: chitarre distorte, urlanti, una voce spesso febbricitante (Worm Tamer) e una capacità di non portare in primo piano, appunto, il richiamo della foresta. Ora, chiunque altro potrebbe risultare, se non poco plausibile, almeno stucchevole, su un versante di questo tipo: in particolare, un personaggio che ha alle spalle diversi libri con ambizioni letterarie, colonne sonore di tutto rispetto (ultima quella di The Road, cofirmata con Warren Ellis) e una notevole autostima di sé come uomo di pensiero. Invece, il Nostro può dichiarare di fregarsene delle convenzioni e irridere il quieto vivere borghese (Heathen Child) o cantare l’amore nei suoi aspetti inquietanti suscitando ben più di un’emozione.
Misteri dell’alchimia sonica, che si inerpica fra gli accenti di When My Baby Comes, She Comes, nella dolce rozzezza di What I Know, nell’hard blues di Evil e nelle scosse di Bellringer Blues. Aggiungete un gioiello pop come Palaces Of Montezuma, stonesiano fino al midollo, e avrete un disco difficile da trovare, oggi, firmato da qualcun altro, almeno con la stessa credibilità. Difetti? Solo uno: non avere nessuna preoccupazione di quello che noi, poveri scribacchini, potremo riuscire a capire di tutto questo, senza dargli dello scontato o del rétro. Un difetto molto relativo.

tratto dal Muchhio n°674

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...