haim
Haim

Days Are Gone

Polydor/Universal
7

Una canzone pop, fosse anche piena di insulina, non ha mai ucciso nessuno. I Fleetwood Mac non hanno mai ucciso nessuno. E no, neanche Whitney Houston ha mai ucciso nessuno. E così si suppone che neanche queste tre sorelle Haim da Los Angeles ammazzeranno qualcuno, con buona pace dei detrattori che vogliono farne seguaci degli Hanson senza apparizione al Festivalbar. Chiamate sul main stage di Glastonbury 2013 da Bobby Gillespie per fare da coriste ai Primal Scream, momento topico che ai presenti ha fatto immaginare di tutto (marchetta per l’etichetta, favori sessuali nel backstage, invasione degli alieni), le tre sorelle si sono difese come potevano, dimostrando di non essere le ultime arrivate. Dopo un anno e mezzo in cui hanno riempito ogni camerino e playlist fichetta possibile, il loro disco di esordio è esattamente quello che ci aspetta: una sfilza di brani radiofonici che condensa l’R&B della prima Whitney Houston e il pop eccentrico di Stevie Nicks, ma anche i teneri sentimenti di Paul Simon. Va dato atto alla band che nella paccottiglia di revival e incroci mutanti partoriti dalle case discografiche, il loro è quantomeno un tentativo “originale”: fino adesso, l’accoppiata country-rock e hip-hop-R’n’B non era proprio gettonatissima. Il rischio di scivolare nell’abisso delle varie Shania Twain va sempre tenuto presente (The Wire per un attimo fa tremare), ma la title track e My Song 5, in cui si sporcano un po’,  fanno capire che le Haim sono più vicine a colleghi capaci come How To Dress Well, quantomeno nelle spirito e nelle intenzioni, rispetto ai sopravvalutatissimi AlunaGeorge. Tutti si dichiarano devoti alle En Vogue, ma le Haim le hanno digerite meglio, e un pezzo come If I Could Change Your Mind non esce a tutti (alcuni diranno per fortuna, ma ci si fa ginnastica che è un piacere). Ci vuole una certa ingenuità per fare un disco come Days Are Gone, e forse è questo a renderlo così innocuo e piacevole. In sintesi: plasticoso e indulgente? Forse. Divertente? Un bel po’. Destinato a diventare il disco preferito di Lena Dunham dopo quello di Taylor Swift? Beh, questa non è neanche una domanda.

 

 

 

 

 

 

Ultime recensioni Musica
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...