The Lone Gunman

Talitres/Wide

Quando si piazza sul lettore un album degli Idaho – con “The Lone Gunman” siamo al decimo – si ha la sensazione di ascoltare la stessa canzone che si ripete all’infinito; una sorta di (piacevolissimo sebbene non troppo vivace) loop che, iniziato nel 1992, ha permesso ad un pubblico sempre più vasto di scoprire il talento di Jeff Martin. E di innamorarsi dei suoi dolci strumentali a cui, è inevitabile, ha affiancato suadenti e malinconiche ballate acustiche. Oggi, però, c’è una novità: i testi. Mai prima d’ora, infatti, gli Idaho avevano toccato, nelle loro liriche, argomenti di una stringente e drammatica attualità come l’11 Settembre, le elezioni truccate o la guerra per il petrolio. Parole al vetriolo, venate da un’amarezza di fondo che rende “The Lone Gunman” ancora più riflessivo rispetto ai suoi predecessori. Lo dimostrano composizioni come l’iniziale “The Orange Cliffs”, spettrale movimento per deserti sconfinati (fan di Mojave 3 e The For Carnation sono calorosamente invitati a prender parte alla festa), “Echelon” e “When Sunday Comes” (con la dolce voce di Martin a fare da strumento aggiunto) e “Have To Be” in cui i ritmi sembrano prendere appena più consistenza; solo un’illusione, quasi superfluo constatarlo, giacché il punto di forza degli Idaho è – e sempre sarà – la più assoluta introspezione.

Ultime recensioni Musica
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...