artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

Friends Of Friends
8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh, sì, perché con Where The World Ends Indian Wells ha creato davvero un seguito del precedente Pause, già ottimo di suo, in grado di essere ancora più calibrato, più misurato, più compatto. Non c’è una singola nota o suono di troppo, non c’è una singola nota o suono inappropriati. Il lavoro di avvolgimento dell’ascoltatore è assolutamente inappuntabile ed efficace, e parte (alla grande!) con l’iniziale Voices e finisce (molto bene) con la finale Parola. In mezzo, la qualità resta costante, nessuna critica specifica può venire mossa. O forse si potrebbe dire: manca l’effetto sorpresa? Manca lo scarto improvviso che ti fa innamorare definitivamente in modo furioso? Forse sì. Forse in questo viaggio sviluppato su una cassa non sempre in quattro ma sempre morbida e corposa e su un’architettura di suoni levigatissima non c’è il tocco di genio spiazzante, urticante. Ma c’è una precisione, una compostezza quasi zen. Questo sì. C’è gran gusto. Ci sono rimandi ovvi (Moderat, James Holden: nella title track, ad esempio), altri meno ovvi (sentiamo molto Jan Jelinek in The Alps), ma non sono certo copiature. È fatto tutto benissimo. Tanto bene che se i colpi di genio folli e urticanti ci fossero, in questo album, rischierebbero magari di sporcare il tutto, di far insomma più male che bene. Un’osservazione che ci fa quasi paura. Post scriptum: zero “Bravo, per essere italiano”. No, no: bravo e basta.

Pubblicato sul Mucchio Selvaggio n. 759

Commenti

Ultime recensioni Musica
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...