james-blake-colour
James Blake

The Colour In Anything

POLYDOR/UNIVERSAL
8.5

The Colour In Anything è il tripudio dell’estetica e della sensibilità di James Blake, fresco della collaborazione con Beyoncé: diciassette tracce, quasi ottanta minuti di musica. Sembra che il ventisettenne inglese abbia voluto concentrare tutte le sue qualità in un terzo album denso e semplicemente bellissimo. C’è una cura del sound elettronico che oscilla fra post-dubstep e sperimentazione offrendo molteplici intuizioni, c’è il calore della voce – spesso effettata – e del pianoforte a unire (alt-)R&B e cantautorato DOC. Forse è questo il segreto del Principino, ritratto in copertina da Quentin Blake: essere moderno con un romanticismo da crooner d’altri tempi, indicare rotte futuristiche preservando la carica emotiva del miglior songwriting.

Uscito a sorpresa lo scorso 6 maggio, il disco mette in fila uno struggimento dietro l’altro – senza fare gossip, il fulcro tematico parrebbe la fine della relazione con Theresa Wayman delle Warpaint – e gioca al solito sulla reiterazione ossessiva delle parole: dalla Radio Silence d’apertura, che avrebbe dovuto inizialmente prestare titolo al lavoro, al sample di Donny Hathaway in Love Me In Whatever Way, dall’esistenzialismo di Put That Away And Talk To Me al beat anni 80 di I Hope My Life, dal gospel di nuova generazione di Choose Me alla notturna drammaturgia di Noise Above Your Heads e all’estesa Two Men Down. Kanye West era previsto come ospite sui bassi dark di Timeless, ma l’incontro è sfumato. In compenso Rick Rubin figura qua e là come co-produttore, Bon Iver spunta nella riuscita I Need A Forest Fire – i due avevano già duettato nel 2011, in Fall Creek Boy Choir – e contribuisce a Modern Soul, Frank Ocean aiuta nella stesura trip hoppy di My Willing Heart e del soul da club di Always. Ci sono stazioni radiofoniche silenziose nell’emittente del proprio cuore, acqua di rose che scorre, fantasmi, alberi dorati, nebbia che scende, fiumi verde salvia e incendi boschivi. Qui c’è colore in ogni cosa, sì, in ogni brano. Qui si tocca la perfezione.

Commenti

Ultime recensioni Musica
four
Four Tet

New Energy

7.5

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....
maus
John Maus

Screen Memories

8

Quando Maus comunicò, al termine della dissertazione per il dottorato in filosofia politica, che la carriera di...
mariam
Mariam The Believer

Love Everything

7.5

“This could be the end of all the ends”, la prima spiazzante frase di Opening, traccia d’apertura...
colapesce
Colapesce

Infedele

7

Ricordo bene il momento in cui uscì il primo disco: Un meraviglioso declino. Era fine gennaio, cinque...
rabit
Rabit

Les Fleurs Du Mal

7.5

Il produttore di Houston Eric Burton è tra i capofila della nuova elettronica industrial degli ultimi anni....
cop
Elle Mary & The Bad Men

Constant Unfailing Night

7

Terzetto di base a Manchester, il progetto Elle Mary & The Bad Men esordisce sulla lunga distanza...
a2149764433_10
Courtney Barnett & Kurt Vile

Lotta Sea Lice

8.5

Sono passati 33 secondi dall’inizio di Lotta Sea Lice, una trama di  chitarre scintillanti apre alla strofa...
8693a1edc321169ba577b6ea8bcff7f1.1000x1000x1
St. Vincent

Masseduction

8.5

Tre anni fa parlavamo della “liberazione” di St. Vincent, giunta alla fase della divertita estroversione. Masseduction ne...
artworks-000234104634-7jd65k-t500x500
Indian Wells

Where The World Ends

8

Ecco, questo è un disco perfetto. Il che, per certi versi, è anche la sua problematica. Eh,...
a3585314451_16
Sequoyah Tiger

Parabolabandit

8.5

Ci aveva colpito forte con l’EP del 2016, Ta-Ta-Ta-Time. Da capogiro sin dal titolo, Parabolabandit è finalmente...
king-krule-the-ooz
King Krule

The OOZ

8

Il nuovo disco di King Krule, che arriva a ben quattro anni di distanza dall’esordio 6 Feet...
corgan
William Patrick Corgan

Ogilala

8

Parliamoci chiaro: a Corgan abbiamo concesso tante chance, più che a chiunque altro: il pessimo progetto Zwan;...
Ben-Frost--The-Centre-Cannot-Hold-album-cover
Ben Frost

The Centre Cannot Hold

8

Trattandosi di composizioni strumentali, conta l’esperienza d’ascolto: anzitutto dal vivo, se possibile (in Italia, a Club To...
the_tower_motorpsycho-1024x1024
Motorpsycho

The Tower

7

Fatecelo dire. Con una media da quasi un’uscita all’anno, quella di un altro album dei Motorpsycho in...
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...