Dynamite

Sony

Arieccolo. Scusate il cinismo e il tono scazzato, ma è la nostra arma di difesa per combattere la malinconia e la disillusione. Già: perché noi nel progetto Jamiroquai, quando era ancora all’alba, ci credevamo. Perché in tutto il mare di uscite acid jazz Jay Kay col suo cappello di bufalo e i suoi erano due spanne sopra tutto il resto, per freschezza, tiro, creatività. Era il biennio 1992/1993. Lì è arrivata la Sony col suo contratto-monstre (tot milioni di sterline per tot dischi): i nostri eroi giustamente hanno firmato (voi non l’avreste fatto?) vedendosi catapultati dagli scantinati a rimborso spese al jet set, e il loro scopritore Eddie Piller si è garantito per un bel po’ di anni percentuali grassissime (spese in allegre sbornie, conoscendo il tipo) senza muovere un dito. Artisticamente, il dito non l’hanno mosso nemmeno i Jamiroquai: dal 1993 ad oggi hanno cristallizzato le intuizioni dei loro esordi banalizzandole anzi un po’. Col risultato che almeno un paio di canzoni belle a disco le infilano, qualche volta anche di più, ma il tutto sempre più stancamente e sempre più prevedibilmente. Anzi: sempre più noiosamente. “Dynamite” conferma il trend. Credeteci, lo diciamo con la morte nel cuore. Su quel damerino con le Ferrari in garage e la farina attorno alle narici (ne parla lui stesso) avevamo altre speranze, dodici anni fa.

Ultime recensioni Musica
letseatgrandma
Let’s Eat Grandma

I’m All Ears

6.5

Sono “tutt’orecchi” anch’io. La volta scorsa, all’esordio in I, Gemini, le nipotine terribili – che di nome...
kamasi-770x770
Kamasi Washington

Heaven And Earth

7.5

Quando ci eravamo lasciati, alla fine dell’intervista destinata a “Mono”, il supplemento di approfondimento riservato agli abbonati...
layl-llamas-thuban
Lay Llamas

Thuban

8.5

Quattro anni sono un arco temporale significativo per l’industria musicale, in cui può succedere di tutto –...
C_2_articolo_3142204_upiImagepp-800x800
Calcutta

Evergreen

5

Occorre far girare il disco daccapo tre o quattro volte per essere certi di aver guadagnato una...
FJM_GodsFavoriteCustomerCover
Father John Misty

God’s Favorite Customer

6.5

Con il quarto album a nome Father John Misty torna Josh Tillmann, l’autore di canzoni californiano già...
R-11909640-1524565190-8346_1525264924
Iceage

Beyondless

9

Diciamo pure che avevo bisogno di un disco del genere, in sintonia con il cattivo umore che...
Beach-House-7-LP
Beach House

7

8

La magia nei dischi dei Beach House non è mai venuta meno. È questo il miracolo attuato...
0602567364351_0_0_0_75
Sons Of Kemet

Your Queen Is A Reptile

8

Gli egizi chiamavano il loro paese Kemet, cioè “terra nera”, traendo spunto dal limo scurissimo rilasciato dalle...
doc160.ryleywalker.deafman.fc_.1600-1519762445-640x640
Ryley Walker

Deafman Glance

8

Confesso di non riuscire a definire con precisione la musica di Ryley Walker. Lo trovo, l’americano, sprecato...
mien mien
MIEN

MIEN

6.5

Abbiamo ormai perso il conto dei “supergruppi” formati da membri di diverse band che popolano lo scenario...
DRINKS
Drinks

Hippo Lite

7

Cate Le Bon lo aveva dichiarato tre anni fa: “Nelle interviste ti fanno sempre domande tipo ‘Quale...
mouse on mars cover
Mouse On Mars

Dimensional People

7.5

Uh, vedi un po’: i Mouse On Mars abbandonano le sponde discografiche che recentemente li avevano visti...
a toys orchestra LUB-DUB
…A Toys Orchestra

Lub Dub

7

Mentre là fuori l’indie italiano continua a scalare con risibile facilità le vette delle classifiche tricolori, gli...
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...