91304k2oY3L._SL1500_
Jim O'Rourke

Simple Songs

Drag City
8

Nice to see you once again / Been a long time my friend”, canta Jim O’ Rourke nel brano Friends With Benefits. Proprio così: “canta”. Quando uno che ha una storia come la sua si presenta dicendo di avere una manciata di semplici canzoni o, peggio, di “canzoni semplici”, ogni dubbio è legittimo. Dalle ultime volte in cui aveva espresso lo stesso proposito (Insignificance nel 2001 e ancora due anni prima con il memorabile Eureka) è trascorso davvero un bel po’ di tempo, e sono tanti e tanto disparati i progetti ai quali l’abbiamo visto dedicarsi che non pare vero figurarselo di nuovo alle prese con un artigianato di strofe e ritornelli. Passano così in cavalleria le sporadiche eppure sistematiche frequentazioni nel mondo del pop fuori dalle vesti dell’autore, attraverso produzioni per conto terzi o intrufolamenti nel lavoro di spiriti affini (come quella volta che fu bassista per i Sonic Youth…).

Quel che ci scordiamo con troppa facilità è che per O’ Rourke la pop song costituisce anzitutto un intrigante oggetto di studio, proprio a partire dai suoi modelli più classici. In particolare è Van Dyke Parks a tornare in mente più spesso durante Simple Songs: otto pezzi che, al contrario di ciò che accadeva proprio in Eureka, non somigliano a piccole composizioni minimaliste sotto mentite spoglie. Qui si sceglie di stare al gioco della canzone d’autore, anche quella un po’ datata, mettendo al centro della scena l’understatement ironico dei testi (“All your love will never change me, nota di humour cinico di scuola costelliana) e la chitarra (John Fahey altro storico nume tutelare), senza però negarsi lo sfizio di assolo in doppietta, generose orchestrazioni, crescendo enfatici e persino qualche incursione nel progressive meno indigesto. Nell’insieme ne esce un folk da West Coast geneticamente modificato, smontato e rimontato meticolosamente in ciascuna componente con lo scopo di far scorrere l’ascolto senza intoppi. Perché scrivere “canzoni semplici” è tutt’altro che un lavoro facile.

Commenti

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....