VELOCIRAPTOR!
Columbia/Sony

I Kasabian sono la quintessenza del pop britannico – provate a defossilizzare gli Oasis calandoli nella modernità… – e assecondano una grandeur sbruffoncella che talvolta tracima in soluzioni pacchiane.
In pratica avrebbero tutte le carte in regola per non piacerci, ma innato talento melodico e propensione psichedelica alla contaminazione sono caratteristiche da applaudire a priori nella musica appetibile sia dagli appassionati sia dalle masse. Prodotto ancora una volta con l’efficace Dan The Automator, Velociraptor! simboleggia nel titolo un certo spirito di branco e prende le mosse dal precedente, sottostimato West Ryder Pauper Lunatic Asylum, che amplificava l’affinità con Primal Scream e primi Kula Shaker, ma si differenzia nell’optare per una ritrovata immediatezza utile in passato per trainare l’omonimo esordio e il meno convincente Empire.
Sembrerebbe impossibile far confluire nello stesso disco pezzi rock striati di hip hop (gli infettivi singoli Days Are Forgotten e Switchblade Smiles, l’aggressività filo-horror della title track o una Re-wired che pompa senza rinunciare alle orchestrazioni) e ballad dal retrogusto bacharachiano (Goodbye Kiss, La Fée Verte), intro epiche che farebbero l’invidia dei Muse (Let’s Roll Just Like We Used To) ed episodi che strizzano l’occhio al cantautorato classico (Man Of Simple Pleasures). La band del Leicestershire, però, ci riesce e fa sembrare desueti molti dei colleghi della stessa area, mentre il range delle ispirazioni va dai Led Zeppelin più esotici (Acid Turkish Bath, tra acustiche western ed elettronica stoned) ai Daft Punk (I Hear Voices, ideale per i club) sino a un pertinente incrocio fra Pink Floyd e Chemical Brothers (la multiforme Neon Noon). Il fatto che Tom Meighan, Serge Pizzorno e soci non giochino di fino ma entrino subito in tackle – appartengano alla categoria dei Paul Gascoigne anziché a quella dei David Beckham, tanto per intendersi – dovrebbe in fondo renderceli ancora più simpatici.

Tratto dal Mucchio n° 687

Ultime recensioni Musica
a0371152011_10
Chelsea Wolfe

Hiss Spun

7.5

Diventata un’artista di prima fascia, Chelsea Wolfe ha inanellato almeno tre capolavori di fila: difficile descrivere altrimenti...
file
The War On Drugs

A Deeper Understanding

8

Non solo Stranger Things. Il miglior revival degli anni 80 passa anche per la musica dei War...
Ariel-LP-1000x1000
Ariel Pink

Dedicated to Bobby Jameson

7.5

È uno dei più grandi retromaniaci del nostro tempo, eppure un suo pezzo si riconosce alla prima...
SUCCI_ConGhiaccio_cover-hi
Giovanni Succi

Con ghiaccio

7.5

Sino a ora impegnato in riletture d’autore (tre anni fa l’omaggio fu al genio conterraneo Paolo Conte...
qotsa_villains_01
Queens Of The Stone Age

Villains

6

“Se non fai un ottimo primo album allora dovresti smettere, ma se lo fai e poi non...
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...