Lloyd Miller – The Heliocentrics
Strut/Audioglobe

Continua l’entusiasmante percorso formativo “pubblico” degli Heliocentrics, e anche questa volta il confronto avviene con un personaggio lontano dai canoni e molto difficile da incasellare. Dopo il fortunato (in tutti i sensi) sodalizio con Mulatu Astatke dello scorso anno, il gruppo britannico si è trasferito idealmente in Medio Oriente e si è imbattuto in Lloyd Miller, classe 1938, multistrumentista e compositore originario di New Orleans innamoratosi dell’antica tradizione musicale persiana al punto da ottenere, negli anni Settanta, dopo lunghi periodi di studio in Iran e in giro per l’Asia, la conduzione di una trasmissione televisiva sulla musica trasmessa da una rete di Teheran. Autore di quello che viene considerato uno dei capisaldi del jazz contaminato, “Oriental Jazz”, in un momento, gli anni 60, in cui il termine world music non era neppure stato immaginato, Miller – che a leggere in giro non è certo tipo che si concede a tutti – ha accettato ben volentieri di sottoporre le proprie composizioni a cura “eliocentrica”.
Il risultato è come sempre ricco e denso, anche se questa volta l’ensemble britannico spinge poco su certi echi psichedelici ed “espansivi” preferendo invece assecondare – con estrema classe e consueto piglio ritmico – la visione di un jazz universale e ricchissimo di spezie, e tuttavia fuori dal tempo, portata avanti da Miller. Ne esce fuori un ritratto “mosso” ma in qualche modo immerso in una compostezza classica, che ricorre a strumenti tradizionali dell’area asiatica ma si diverte anche a escogitare brani come “Lloyd Lets Loose”, in cui il monologo parlato si incastona perfettamente in percussioni, contrabbasso e pianoforte, dando poi il meglio in pezzi come “Rain Dance”, dove un ritmo mosso, irregolare e incalzante, puntellato da archi sinuosi e sitar, manifesta una esuberanza che rinfranca, lontanissima dalla resa calligrafica. Operazione ampiamente riuscita, anche questa volta.

tratto dal Mucchio n° 672/673

Ultime recensioni Musica
Hug-Of-Thunder-1494255080-640x640
Broken Social Scene

Hug Of Thunder

8.5

È accaduto che, a poche ore dall’attentato che il 22 maggio scorso mieteva ventidue vittime al concerto...
a2340015657_10
Cigarettes After Sex

Cigarettes After Sex

8

L’hype e le visualizzazioni su YouTube possono essere fuorvianti. Quando un nuovo fenomeno Web comincia a diventare...
laurel-halo-dust
Laurel Halo

Dust

8

Ciascuno è conseguenza delle esperienze fatte. E ciò vale, a maggior ragione, nel caso dei musicisti. Addizioniamo...
a3406870115_10
King Gizzard And The Lizard Wizard

Murder Of The Universe

8

La fine del mondo come non lo avevamo conosciuto. È un’involuzione verso il Medioevo, culturale e mentale,...
chino-amobi-non-records-debut-album-paradiso
Chino Amobi

PARADISO

8.5

A chi incontra Chino Amobi per la prima volta è giusto ricordare che il co-fondatore della rete...
pumarosa_the-witch
Pumarosa

The Witch

7.5

“I just wanna dance”, afferma Isabel Munoz-Newsome nel singolo Priestess, sette giri e mezzo di orologio dedicati...
039eed0758eb3aa30f050c77e7bbdc1e.1000x1000x1
Kendrick Lamar

DAMN.

9

Credere in Kendrick Lamar è, sopra ogni cosa, un atto di fede. Non tanto per le sue...
a-crow-mount-eerie
Mount Eerie

A Crow Looked At Me

7

Geneviève Castrée, in arte Woelv e Ô Paon, ci ha lasciati il 9 luglio dello scorso anno...
a1257961858_10
Flowers Must Die

Kompost

8.5

Forse non diventeranno mai famosi come i Goat – e i Dungen prima di loro – ma...
homepage_large.77a617e0
Arca

Arca

8.5

I precedenti dischi di Arca, Xen e Mutant, esponevano il talento di un produttore visionario, che all’influenza...
sleaford_mods_english_tapas_grande
Sleaford Mods

English Tapas

7

Premessa: devo dire che li adoro. Più della musica in sé, la formula: due mosche da pub...
d166aff3-ccc5-45fd-8422-947a77c8b156
Grandaddy

Last Place

8

“Why would we ever move? / Damned if we do / Dumb if we don’t / End...
Noveller-A-Pink-Sunset-For-No-One
Noveller

A Pink Sunset For No One

8

Che il progetto da solista dietro cui si cela Sarah Lipstate sia figlio tanto di Glenn Branca...
LoyleCarner-YesterdaysGone-3000x3000_600_600
Loyle Carner

Yesterday's Gone

8.5

Guardandola attraverso i suoi video, l’esistenza che racconta Loyle Carner vi sembrerà di averla già vista vivere...