OUR INVENTIONS
Morr/Goodfellas

I Lali Puna sono gli artefici (i responsabili, potrebbe magari dire qualcuno) di quell’elettronica pop tanto suggestiva quanto a rischio di calligrafia pressoché istantanea. L’orrido nome indietronica – o IDM che dir si voglia – serve solo per connotarla all’interno dell’indie-universo degli anni Duemila. Di fatto, certi suoni si sentivano ovunque. Anche a casa nostra (Giardini di Mirò, Yuppie Flu). Nel momento in cui le loro invenzioni sonore diventavano abusate, Valerie Trebeljahr, Markus Archer e compagni hanno saggiamente deciso di prendersi una lunga pausa di riflessione e di far passare addirittura sei anni da Faking The Books, nel quale avevano cercato di rinfrescare una miscela che – nei precedenti con Tridecorder e Scary World Theory – aveva mostrato grandissime potenzialità e, al tempo stesso, rischiosi limiti. Cos’è cambiato? Praticamente nulla. Il suono è sempre quello. Elettronica “gentile” che fa da tappeto a melodie pop in grado di rimanere impresse nella mente, ritornelli e aperture intriganti. Tutto come da copione. E allora, perché passano gli anni e continua a convincere? Prima di tutto perché i Lali Puna, di questo suono, conoscono tutto e sono in grado di usarlo e maneggiarlo come meglio credono. Secondo, perché nel momento in cui tutti stavano esagerando e pubblicavano quintali di roba loro hanno opportunamente optato per il temporaneo allontanamento dalle scene (e questo gestomerita rispetto). Terzo, perché a parità di atmosfera si giudicano le canzoni. E in Our Inventions ce ne sono di ottime. Remember e Everything Is Always hanno quel gusto che è bello riassaporare dopo anni di surrogati, Future Tense sembra ricordare perché i Radiohead di inizio millennio non facevano altro che parlare di Lali Puna, Hostile e Out There hanno quel tipo di atmosfera capace di rivoltare come un guanto lo stato emotivo di chi ascolta. “Just like always”, come dice la Trebeljahr mentre il disco si avvia alla conclusione. Certe volte ritrovare un porto sicuro può essere confortante, soprattutto se aiutato dalla coerenza e dall’autenticità.

tratto dal Mucchio n°669

Ultime recensioni Musica
thexx-iseeyou
The xx

I See You

9

Non hanno rivali, oggigiorno, negli ascolti da cameretta delle ragazze e dei ragazzi: la “generazione xx”. C’è...
baustelle cover-album
Baustelle

L'amore e la violenza

8

Preparatevi: è un album fuori di testa, L’amore e la violenza. Come oggigiorno manda fuori di testa...
jaar
Nicolas Jaar

Sirens

8.5

Frutto di un’elaborazione sofferta, e perciò non facile all’ascolto, il secondo album “ufficiale” del 26enne produttore newyorkese,...
romare
Romare

Love Songs: Part Two

8

La scorsa estate ho trascorso qualche giorno a Parigi in compagnia di un’amica, abbiamo visitato il Centro...
fiori
Alessandro Fiori

Plancton

8.5

“Ma il sole rimane dietro”, recita lo spettrale semi-ritornello di Aaron, brano introdotto dalle dichiarazioni dell’attivista informatico...
soft hair
Soft Hair

Soft Hair

7.5

La collaborazione tra Sam Dust e Connan Mockasin ha origini lontane, quando nel 2010 l’ex cantante dei...
new gen
AA. VV.

New Gen

6

Caroline Simionescu-Marin, la ventunenne editrice della webzine inglese grmdaily.com, ha impiegato ben nove mesi per assemblare i cocci...
edible woman
Edible Woman

Daunting

6

Dopo la confusione fatta sul numero attualmente in edicola, dovuta tanto alla poca chiarezza del press sheet, quanto...
BookletJEWELDBOX(4pagg)-xSito.cdr
Fabio Bliquo

Controsensi

6.5

“Volevo comporre una meditazione sul delirio e sulla follia insita nei nostri comportamenti quotidiani”. Con questa intenzione...
frank-ocean-blond-compressed-0933daea-f052-40e5-85a4-35e07dac73df
Frank Ocean

Blonde

8

È strano. Perché Blonde, uno dei dischi più attesi degli ultimi anni, sfugge a tutte le traiettorie...
Let_Them_Eat_Chaos_Kate_Tempest_Album_Cover_Final_grande
Kate Tempest

Let Them Eat Chaos

8.5

“Through the hallway, ancient wallpaper, nicotine gold, up the stairs, rickety, here, in the top flat, flowers...
sbr161-jennyhval-1440
Jenny Hval

Blood Bitch

8

In un’intervista data questa estate, con la stessa cruda onestà con cui lavora ai propri album, Jenny...
goat-Requiem-650x650
Goat

Requiem

8

Da un paio di anni campeggiano ai piani alti sui cartelloni dei festival, in America vengono licenziati...
61AG4lCxU3L._SL1215_
Nick Cave & The Bad Seeds

Skeleton Tree

9

Va alla radice, Nick Cave. Va allo scheletro, perché a volte non resta che radere al suolo...