OUR INVENTIONS
Morr/Goodfellas

I Lali Puna sono gli artefici (i responsabili, potrebbe magari dire qualcuno) di quell’elettronica pop tanto suggestiva quanto a rischio di calligrafia pressoché istantanea. L’orrido nome indietronica – o IDM che dir si voglia – serve solo per connotarla all’interno dell’indie-universo degli anni Duemila. Di fatto, certi suoni si sentivano ovunque. Anche a casa nostra (Giardini di Mirò, Yuppie Flu). Nel momento in cui le loro invenzioni sonore diventavano abusate, Valerie Trebeljahr, Markus Archer e compagni hanno saggiamente deciso di prendersi una lunga pausa di riflessione e di far passare addirittura sei anni da Faking The Books, nel quale avevano cercato di rinfrescare una miscela che – nei precedenti con Tridecorder e Scary World Theory – aveva mostrato grandissime potenzialità e, al tempo stesso, rischiosi limiti. Cos’è cambiato? Praticamente nulla. Il suono è sempre quello. Elettronica “gentile” che fa da tappeto a melodie pop in grado di rimanere impresse nella mente, ritornelli e aperture intriganti. Tutto come da copione. E allora, perché passano gli anni e continua a convincere? Prima di tutto perché i Lali Puna, di questo suono, conoscono tutto e sono in grado di usarlo e maneggiarlo come meglio credono. Secondo, perché nel momento in cui tutti stavano esagerando e pubblicavano quintali di roba loro hanno opportunamente optato per il temporaneo allontanamento dalle scene (e questo gestomerita rispetto). Terzo, perché a parità di atmosfera si giudicano le canzoni. E in Our Inventions ce ne sono di ottime. Remember e Everything Is Always hanno quel gusto che è bello riassaporare dopo anni di surrogati, Future Tense sembra ricordare perché i Radiohead di inizio millennio non facevano altro che parlare di Lali Puna, Hostile e Out There hanno quel tipo di atmosfera capace di rivoltare come un guanto lo stato emotivo di chi ascolta. “Just like always”, come dice la Trebeljahr mentre il disco si avvia alla conclusione. Certe volte ritrovare un porto sicuro può essere confortante, soprattutto se aiutato dalla coerenza e dall’autenticità.

tratto dal Mucchio n°669

Ultime recensioni Musica
CS672934-01A-BIG
Jonathan Wilson

Rare Birds

6.5

Che cosa non funziona in questo album di Jonathan Wilson? Formalmente, nulla.Alla sua nuova uscita, il songwriter...
Mount Eerie- Now Only
Mount Eerie

Now Only

8.5

A un anno esatto dallo splendido A Crow Looked At Me, Phil Elverum costruisceintorno alla scomparsa, all’eredità...
preocupations
Preoccupations

New Material

8

Nonostante qualche intoppo presentatosi subito sul cammino (il cambio di nome da Viet Cong a Preoccupations, a...
Baustelle 2018
Baustelle

L’amore e la violenza vol. 2

8

“Dodici nuovi pezzi facili”, recita il programmatico sottotitolo dell’ottavo album in studio di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi...
David-Byrne-cover
David Byrne

American Utopia

7

L’album più atteso dell’inverno, o quasi. Il “mezzobusto” non ne confezionava uno a suo nome dall’epoca di...
suuns-felt-e1515742982651
Suuns

Felt

8.5

Dal momento in cui ho deciso di occuparmi di Felt, rifletto su quante altre band, nell’ultimo decennio...
The-Breeders-All-Nerve-album-artwork-1515446973-640x640-1
The Breeders

All Nerve

8

A dieci anni dal precedente Mountain Battles, The Breeders tornano con un quinto capitolo in studio che...
mamuthones-fear-on-the-corners
Mamuthones

Fear On The Corner

8

Come un bad trip un po’ meno disturbante e un po’ più reale. Come un disco psichedelico...
awol
Awolnation

Here Come the Runts

5.5

“Volevo fare un album pop-rock, alla maniera di quello dei Dire Straits o Born In The USA”,...
starcrawler
Starcrawler

Starcrawler

7.5

Si sono incontrati appena maggiorenni, al liceo, nel 2015. Oggi pubblicano il loro primo album su Rough...
maisie_maledette-rockstar-e1515853361535
Maisie

Maledette rockstar

8.5

Sono otto anni che aspetto il nuovo album dei Maisie, band messinese composta da Alberto Scotti e...
COSMOTRONIC-COVER-RGB-14401
Cosmo

Cosmotronic

8

Si dà subito il Bentornato, disegnando un autoritratto e definendo gli obiettivi, prima che parta un ritmo...
600x600bf
N.E.R.D.

No_One Ever Really Dies

8

La leggerezza. Il sense of humour, perfino. In anni in cui la musica black di matrice urban...
songsofpraise_shame
Shame

Songs Of Praise

8

Gli Shame, dall’Inghilterra, Brixton, sono cinque compagni di classe che iniziano a suonare nella sala prove dei...
four
Four Tet

New Energy

8

Ah, quanto sarebbe bello se New Energy uscisse come semplice white label: niente nome dell’autore, e stop....